Campania

Truffa su revisioni auto con tecnico defunto

 Napoli. Senza portare l’auto dal meccanico si otteneva la revisione del veicolo. Bastava il libretto di circolazione e un’officina compiacente per passare il controllo obbligatorio dell’auto, anche se questa non era in perfette condizioni.

I carabinieri hanno scoperto una maxi-truffa portata a termine da un gruppo di malviventi a Napoli. Nell’ultimo mese, infatti, i militari nel corso dei controlli alle auto in strada hanno riscontrato che molte, nonostante non avessero tutte le caratteristiche tecniche per poter circolare, avevano tutte le carte in regola: tutte avevano l’attestato.

Così è partita l’indagine ed è stato scoperto che un uomo, morto da nove mesi, risultava firmatario e responsabile di ben 1.600 revisioni di automobili.E’ la vicenda di un tecnico di 51 anni scoperta dai carabinieri del comando provinciale di Napoli durante una vasta operazione di controlli per la sicurezza stradale e la verifica dell’affidabilità dei veicoli.

Il nome del tecnico deceduto era utilizzato dal responsabile di un centro di revisione dove la documentazione veniva rilasciata senza rispettare tutte le norme del Codice della strada. La truffa prevedeva anche l’utilizzo di un software hackerato, collegato abusivamente al cervellone della Motorizzazione civile, che consentiva ai gestori dei centri di poter rilasciare gli attestati.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cesa, arriva il progetto "Atella": alberate e grotte aperte - https://t.co/XRJk7qe1G4

Marcianise, ruba abbigliamento nel negozio "H&M" del "Campania": arrestata - https://t.co/OBOjfpNbuD

Succivo, trovato con 32 schede Sim di provenienza illecita: denunciato - https://t.co/piHUEQR2F9

Sant'Antimo, "l'arte del riciclo": in mostra le opere degli studenti - https://t.co/UaG0zgvC1b

Condividi con un amico