Aversa

Sagliocco, Consiglio regionale decreta incompatibilita’. Lui: “Resto sindaco”

 Aversa. Il Consiglio regionale della Campania, come previsto, ha votato all’unanimità l’incompatibilità di Giuseppe Sagliocco.

Ora quest’ultimo ha dieci giorni di tempo per presentare eventuali controdeduzioni e scegliere tra l’incarico di sindaco di Aversa o di consigliere regionale; ruolo, quest’ultimo, che aveva assunto come primo dei non eletti del Pdl dopo la sospensione del casertano Angelo Polverino, coinvolto nell’inchiesta sugli appalti all’Asl del capoluogo. Come già annunciato dal diretto interessato, la scelta dovrebbe ricadere sul Comune di Aversa.

“Il consiglio regionale – ha dichiarato da parte sua Sagliocco – non ha fatto altro che attivare la procedura, come avevo già preannunziato martedì in consiglio comunale. Proprio per questo non capisco le motivazioni di questo accalcarsi inutilmente da parte di qualcuno. Ci sono delle procedure da rispettare, per cui ogni dibattito filosofico è inutile. La giunta per il regolamento ha verificato l’eleggibilità e mosso questa eccezione. Ora avranno 10 giorni di tempo per comunicarmela ed io un certo lasso di tempo per optare. Come ho già più volte detto, opterò per rimanere sindaco di Aversa, con grande piacere degli aversani, non addetti ai lavori”.

Intanto, proponiamo alcune immagini relative all’intervento di Sagliocco durante l’ultima seduta del Consiglio comunale. “Per l’ordine del giorno relativo alla mia incompatibilità naturalmente non voto, ma c’è qualche cosa che devo dire prima che ne discutiate”. Con queste parole il sindaco si è rivolto ai consiglieri di opposizione prima che avesse inizio la discussione, considerata da Sagliocco “inutile”, e oggi ancora di più alla luce del voto del Consiglio Regionale, proposta dai “dissidenti” sulla sua incompatibilità a rivestire un doppio ruolo istituzionale. Un discorsetto alla Renzi che vi proponiamo.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico