Campania

Truffa per fondi tabacco: coinvolti due casertani

 Caserta. Ci sono anche due casertani coinvolti nell’inchiesta su un’organizzazione operante nel settore del tabacco, che, dal 2006, avrebbero frodato la Comunità europea per una somma che si aggira intorno ai 600mila euro.

Si tratta di un consigliere comunale di opposizione di Macerata Campania, Pasquale Iodice, 57 anni, insieme ad un 55enne di San Felice a Cancello, Giuseppe De Lucia, tratti in arresto dai carabinieri del Nucleo antifrodi di Salerno.

L’inchiesta “Virtual tabacco”, condotta dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Avellino, ha coinvolto, a vario titolo, nove persone che avevano come base operativa il centro di prima trasformazione “TT” di Frigento, nell’Avellinese, gestito da Francesco Affinito, considerato il capo del sodalizio criminale.

Secondo gli investigatori, il ruolo dei due casertani era quello di attingere informazioni su fondi, agricoltori e quote comunitarie da associazioni di tabacchicoltori e centri di assistenza agricola.

Attraverso la costituzione di società di comodo, la banda avrebbe predisposto documentazione falsa allo scopo di ottenere gli aiuti riservati ai veri produttori di tabacco.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Catania, rapina tabaccheria armato di pistola: arrestato 20enne - https://t.co/jC5a5gomZW

Rapine in Brianza, arrestato l'autore di 11 "colpi" in farmacie e supermercati - https://t.co/Kl6HQizaPW

Droga "al profumo di gelsolmino" dall'Albania alla Puglia: 6 arresti - https://t.co/aIuUTRBrKo

Aosta, trovati tra i ghiacci, dopo 25 anni, i resti di due alpinisti dispersi sul Monte Bianco - https://t.co/uBmvVMtzgI

Condividi con un amico