Succivo

Basket Succivo, esordio vincente in casa

 SUCCIVO. Succivo tiene fede alla tradizione d’avvio campionato e vince in casa alla seconda giornata riscattando la sconfitta dell’esordio: in quattro campionati disputati finora, gli atellani hanno sempre perso all’esordio e poi vinto nel turno successivo.

Stavolta è il turno del Promobasket Marigliano, stoppato a -19 dopo una prestazione gagliarda dei padroni di casa che hanno mantenuto alto il ritmo e mai hanno abbassato la guardia nei momenti concitati della partita. MVP di giornata Raffaele Acanfora, con 26 punti a referto, doppia cifra nei rimbalzi e diverse bombe dai sei metri che hanno abbattuto il fortino napoletano.

La gara si dimostra vivace sin dal primo minuto e Marigliano comincia a prendere subito le misure al canestro coi tiri di Calabria. Barretta dà le chiavi del gioco in mano a Volpe e il neoacquisto succivese risulta subito puntuale e preciso nelle transizioni offensive, smistando qua e là palloni in continuazione per gli esterni. I continui movimenti di Barbato V. e Costanzo fanno andare fuori giri la zona disposta dal coach ospite Dandolo e ne approfittano spesso e volentieri D’Angelo e Acanfora, bravi a sfruttare spazi e centimetri su ogni pallone giocabile.

Data l’età media complessiva in campo piuttosto bassa, il ritmo impresso alla gara è quello da centometristi, ogni contropiede si trasforma in una volata a canestro, ogni ribaltamento un’azione pericolosa. D’Angelo giganteggia nell’area dei 3 secondi e si toglie lo sfizio di stoppare un po’ tutti quelli che passano di lì. Non ultimo D’Acca, che trovando chiuso qualsiasi passaggio in penetrazione, ci prova spesso dall’arco senza fortuna. Acanfora allora decide di fargli vedere come si fa: ricezione e tiro da 3 dagli spogliatoi.

Le bombe del numero 31 fanno esplodere il Palazzetto tre volte in 20 minuti, regalando i primi due quarti al Succivo, per un parziale di +7 all’intervallo. Pronti-via, si riprende e Marigliano mangia tutto lo svantaggio grazie a Spera, portandosi subito sul -1.

Il timeout di Barretta dopo appena un minuto di gioco fa tremare la panchina. Calabria, il più pericoloso dei suoi, prova a guidare la rimonta di Marigliano tirando fuori dal cilindro assist e tiri in sospensione da ogni dove, ma spesso predica nel deserto.

Succivo tiene bene in difesa e aumenta il peso specifico con l’inserimento di Buono, sempre ricettivo in difesa e puntuale ai rimbalzi offensivi. Con una manovra fluida e ben studiata, i padroni di casa arrivano spesso al tiro e accumulano falli da sfruttare nei liberi: Costanzo in posizione di guardia è imprendibile e guadagna chance al tiro che migliorano il suo score finale (8 punti).

Gli avversari le provano tutte quando vedono scappare Succivo, ma con un Acanfora così c’è poco da fare: a segno da qualsiasi posizione, la serata di grazia dell’ala si compie alla fine del terzo quarto quando piazza l’ultima tripla di giornata e dà la sentenza definitiva sulla gara (+12).

Barretta non deve far altro che tenere alta la concentrazione dei suoi per controllare il vantaggio negli ultimi 10 minuti e mettere in cascina la prima vittoria stagionale (59-45) e storica del Basket Succivo nel primo campionato di Promozione della sua storia.

Le parole del presidente Antimo Verde, presente sugli spalti, a fine gara: “Aldilà dei 26 punti di Acanfora, migliore in campo stasera, ho visto un’ottima prova da parte di tutto il gruppo. Abbiamo dimostrato di saper reagire allo schiaffo di Marcianise della settimana scorsa, consapevoli dei nostri mezzi. Mai come quest’anno abbiamo un parco Under davvero competitivo e il coach può contare davvero su tutti gli elementi del roster a disposizione. Bravi tutti e continuiamo così”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico