Sant’Arpino

Pd, costituito direttivo per portare la sezione al congresso

 SANT’ARPINO. Dopo l’incarico conferito a Salvatore Lettera (membro del direttivo locale del Partito Democratico di Sant’Arpino e delegato regionale del partito) alla convenzione nazionale del prossimo fine settimana, …

… la sezione locale del Partito Democratico di via De Gasperi esprime la propria soddisfazione per il suo dirigente. In una nota comune gli iscritti e gli attuali membri del direttivo locale, hanno manifestato il proprio compiacimento, ritenendo questa nomina una sorta di veicolo portante alla prosecuzione delle attività politiche della sezione. Salvatore Lettera, inoltre, dichiara personalmente la propria soddisfazioneper tale nomina, richiamando proprio ad “un merito collettivo, dell’intera sezione santarpinese e ad suo lavoro svolto negli ultimi tempi”.

Inoltre, proprio venerdì sera, nella sezione del Pd in via De Gasperi si è tenuta un importante riunione fra gli iscritti (vecchi e nuovi), per rendere esecutive le decisioni prese nell’assemblea degli iscritti di domenica scorsa, doveè stata approvata una proposta di Giovanni Ciuonzo, quella di formare un direttivo interno al partito, per traghettare lo stesso al congresso cittadino e mettere sul campo nuove proposte politiche incentrate su tematiche e problematiche varie presenti sul territorio santarpinese.

La proposta di Giovanni Ciuonzo è stata approvata all’unanimità. Le persone che formano il direttivo sono: Giovanna Saviano, Veronica Fusco, Elpidio Pennacchio, Antonella Saviano, Katia D’Antonio, Elpidio Pezzella e lo stesso Ciuonzo che avrà anche il compito dell’organizzazione programmatica del gruppo e farà da portavoce dello stesso.

“Mi auguro – commenta Ciuonzo – che il Partito Democratico a Sant’Arpino imbocchi una nuova strada che è quella politica per antonomasia e si finisca di alimentare divisioni e lacerazioni interne,che bloccano ogni attività politica,distraendo poi i cittadini dai problemi reali e fondamentali del paese. Il Partito Democratico ha il dovere verso i propri iscritti e più in generale,verso la cittadinanza santarpinese, di mettere alla luce,con proposte varie, squisitamente politiche, le alternative serie su tematiche ambientali, di lavoro e di trasparenza. Un programma futuro che elimini ogni forma di governo personalista,assolutista e clientelare. Ci aspetta dunque un lavoro complicato a S.Arpino, e ne siamo consapevoli, soprattutto perché, in primis, bisogna dialogare con quella parte del partito, che ci auguriamo non abbia un idea diversa di intendere la politica. Saremo sempre pronti ed aperti a qualsiasi confronto e dialogo non che proposte, il tutto deve avvenire però in maniera trasparente, escludendo e a priori accordi verticistici e metodi antichi, soprattutto personalistici, che hanno infangato e bloccato per molto tempo questo partito. Il nostro compito principale è quello di dettare indirizzi politici, attuali e futuri, nonché programmi a chi oggi si sente politicamente parte integrante del partito, iscritti e dirigenti, ma anche a quelli che occupano un incarico istituzionale nel paese. Il nostro progetto principale è centrato soprattutto su un obiettivo principale, ossia quello di riportare la discussione politica a Sant’Arpino, che purtroppo manca da molto tempo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico