Aversa

Movida, un’altra maxirissa in Via Seggio

 AVERSA. Ancora movida violenta. Una maxirissa in due tempi ha tenuto svegli i residenti di via Seggio e piazzetta Lucarelli nella notte tra sabato e domenica.

Stando alla ricostruzione fatta dal racconto di chi è stato costretto a interrompere il sacrosanto sonno notturno, intorno alle ore 1 e 30 minuti, per motivi rimasti sconosciuti, due giovani hanno dato il via ad un violento alterco che ha richiamato l’attenzione di alcuni residenti.

Immediatamente è stata allertata la polizia municipale che prestava servizio nell’arteria per tenere sotto controllo il fenomeno della movida, ma all’arrivo degli agenti i due contendenti non c’erano più. L’emergenza sembrava finita. In realtà la lite è ripresa circa un’ora più tardi, quando la sorveglianza della polizia municipale si era già conclusa.

I due giovani portatisi all’incrocio con via Virgilio, una zona più appartata rispetto a quella centrale di via Seggio, hanno ripresa le ostilità dandosele di santa ragione, collaborati da gruppetto di amici. Il risultato è apparso visibile nella mattinata domenicale sotto forma di macchie di sangue presenti persino sul sagrato della parrocchia di Sant’Antonio.

C’è chi dice che sarebbe arrivata un’autoambulanza per portare soccorso ai feriti, ma la circostanza non è stata confermata. Resta, comunque, il dato rappresentato dall’ennesima rissa scaturita tra i frequentatori della movida aversana.

Una rissa che per le modalità segnalate, se corrispondessero a realtà, dovrebbe preoccupare l’amministrazione comunale, dal momento che uno scontro in due tempi, calcolati in modo da prevenire l’intervento delle forze dell’ordine, non sembra essere la cosa più spontanea possibile fra giovani che hanno bevuto una birra di troppo. Chi ha la mente lucida per proporre uno scontro in orario e con modalità prestabilite potrebbe non essere un semplice e generico avventore occasionale di un pub.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico