Esteri

Egitto, arrestato il leader dei fratelli musulmani Mohamed Badie

 CAIRO. Duro colpo
per l’opposizione egiziana dove nella notte tra lunedì e martedì sono stati
arrestati dalle forze governative il leader dei Fratelli musulmani Mohamed Badie ed il portavoce dei
pro-Morsi Youssef Talaat.

Arrestata,
dunque, la guida suprema dei Fratelli Musulmani e, per questo, la Fratellanza
ha nominato guida provvisoria Mahmud
Ezzat
e rilancia: “siamo nel cuore della gente”.

Mohamed Badie “è solo uno
dei membri della Fratellanza musulmana, la confraternita che è nel cuore di tutti
gli egiziani che rifiutano il golpe militare”, fa sapere uno dei portavoce della Fratellanza, Ahmed Aref, in un primo commento a
caldo sull’arresto del loro leader.

Badie, 70 anni, ha riferito il ministero
dell’Interno, è stato catturato nell’area della piazza di Rabaa al-Adawiya,
epicentro della protesta islamista repressa nel sangue dal regime dei militari.

Uno dei figli, di Badie, il 38enne Ammar, era stato ucciso tre giorni fa nel
corso degli scontri, nei quali sono morti complessivamente quasi 900 persone.

Intanto, mentre nelle prossime ore potrebbe essere scarcerato Mubarak, si dovrebbe tenere mercoledì
il vertice Ue sulla grave situazione egiziana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico