Esteri

Cannes, colpo al Carlton: rubati 100 milioni in gioielli

 PARIGI. Un colpo alla Arsenio Lupin quello messo a segno all’hotel Carlton di Cannes, in Francia. 100 milioni, in gioielli e diamanti, portati via sotto il sole di mezzogiorno e davanti a svariati agenti di sicurezza.

Il ladro ha varcato a passo tranquillo poco dopo le undici e mezzo la grande porta a vetri della mostra “Extraordinary Diamonds”, organizzata dalla maison Leviev fino al 30 agosto in un’ala dello storico albergo di Cannes. Pistola automatica in pugno, volto nascosto dietro una bandana, l’uomo è entrato dall’ingresso principale, sulla Croisette, si è fatto consegnare svariate pietre, che Leviev vanta come “le più straordinarie esistenti al mondo”, poi, borse alla mano, è uscito, facendo perdere ogni traccia

La procura di Grasse considera la cifra di 40 milioni come una stima “poco affidabile” e ha annunciato che “un inventario è in corso”, anche se ha giudicato non fantasioso parlare di “qualche decina di milioni di euro”. Dal Carlton, fino a lunedìsera, nessun commento: “Abbiamo istruzioni di non parlare”. Il gioielliere Leviev ha aperto la sua prima boutique a Londra su Old Bond Street nel 2006.

Sembra che, nonostante le pietre preziose esposte nelle bacheche, l’albergo non abbia avvisato la polizia dell’organizzazione della mostra. Cosa non obbligatoria, ma frequente in caso di eventi che possono stuzzicare i soliti ignoti.

Se la refurtiva fosse davvero valutata intorno ai 100 milioni di euro, si tratterebbe del più grosso colpo mai realizzato in Francia dopo gli 80 milioni in gioielli derubati dalla cassaforte di Harry Winston, sull’avenue Montaigne a Parigi.

La zona,dunque,continua a essere meta preferita non solo di star e vip del cinema ma anche del furto con destrezza. Lo scorso maggio, durante il festival del cinema, era sparito un collier di diamanti da due milioni di euro del gioiellerie de Grisogno durante una serata mondana al Cap d’Antibes. Qualche giorno prima era toccato alla maison Chopard: anelli, collane e diademi scomparsi da una cassaforte del Novotel.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico