Caserta

Tifatini Cinema, c’è 007 con “Skyfall”

 CASERTA. Brividi e adrenalina pura sotto le stelle. Sarà una serata all’insegna del cinema d’azione di qualità quella di sabato 20 luglio, alle ore 21.00, a Pozzovetere, in piazza Colli Tifatini, per il quinto appuntamento di Tifatini Cinema, unica rassegna di cinema gratuito all’aperto della provincia di Caserta.

Sullo schermo, davanti alla platea ogni sera sempre più affollata, le ultime avventure di 007 con “Skyfall”, per la regia di Sam Mendes, il più blasonato dei registi che si sono misurati con le avventure di 007. Ventitreesima pellicola dell’immortale agente al servizio di Sua Maestà che da 50 anni allieta gli appassionati di cinema, Skyfall ha ottenuto cinque nomination agli Oscar e ha vinto una statuetta per la canzone originale cantatata da Adele.

Fascino, avventura, mistero, azione dura e eleganza per la nuova storia interpretata da Daniel Craig, con un cattivo d’eccezione interpretato da Javier Berdem, che arriva ad attentare alla storica sede del servizio segreto britannico, l’MI6. Citazioni colte, con uno sguardo all’arte di William Turner e una nuova visione delle storie di 007, con Skyfall, per un film che è stato campione di incassi, con oltre 80 milioni di dollari in 25 Paesi. Anche la critica ha rilevato una vera sterzata narrativa, un cambio di marcia repentino nella tradizionale serie di film dell’agente segreto.

“Effetti speciali e diavolerie tecnologiche – ha scritto Paolo Mereghetti su La Repubblica – lasciano il posto a un lavoro più «fisico» e «umano», privilegiando il montaggio sugli interventi digitali e calcando ancora di più il pedale su quel senso di insicurezza e di cinismo che sembra la chiave dominante di questi anni Zero. Evidentemente non è più tempo di eroi e anche 007 deve adeguarsi, anche se per farlo deve ribaltare la sua tradizionale immagine. In passato il personaggio rispondeva a una serie di cliché che finivano per trasformarsi in maschera (autoironia, coscienza di sé, superiorità maschile) e che invece Daniel Craig – e con lui gli sceneggiatori Neal Purvis, Robert Wade e John Logan – distruggono coscientemente, offrendo il ritratto di un uomo non più giovanissimo, che ha perso molte delle qualità sia fisiche che mentali e che non ha problemi a confessare la sua familiarità con la paura e la morte.Ne esce un film molto godibile, per niente bamboccesco, che si può permettere di incrinare anche la più inossidabile delle caratteristiche bondiane (l’esibita eterosessualità) e che conquista per la prima volta una raffinatezza visiva che non si ferma ai celeberrimi titoli di testa ma che accompagna tutto il film, diventando nell’episodio del grattacielo di Shanghai, un autentico pezzo di bravura”.

Domenica 21 luglio, invece, risate assicurate a Tifatini Cinema con “Una donna per la vita” di Maurizio Casagrande, regista e interprete della commedia con Sabrina Impacciatore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico