Trentola Ducenta

Gigi Finizio ai festeggiamenti di San Michele Arcangelo

 TRENTOLA DUCENTA. Entrano nel vivo le celebrazioni liturgiche e i festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo, vissuti da una comunità religiosa forte nella fede cristiana e che ha annoverato tra le guide pastorali santi sacerdoti di elevato spessore evangelico e culturale.

Dal compianto monsignor Raffaele Pagano, che sapeva unire i fedeli nell’unica grande chiesa del Risorto e considerava i festeggiamenti patronali, il naturale e autentico pellegrinaggio,illuminato dalla provvidente lucedi San Michele Arcangelo. Nel 1992, in occasione del 15esimo centenario dell’apparizione di San Michele sul monte Gargano, monsignor Pagano consegnando la medaglia commemorativa alla comunità religiosa , esortò tutti a stringerla sempre tra le mani e pregare, perché sicura guida, verso la mèta.

Per il successore monsignor Francesco Marino, oggi vescovo di Avellino: “I festeggiamenti patronali erano momenti di grazia. ‘Il cristiano incontrando il simulacro di San Michele, vive il sostegno per affidare al buon Dio, le sue attese, la religiosità popolare ha come sorgente la fede”.

Il vescovo di Aversa, monsignor Angelo Spinillo, autentico pellegrino della solidarietà della diocesi di Aversa, che il 16 maggio amministrerà il sacramento della Cresima nella chiesa di San Michele, ha detto: “Le feste patronali, sono momenti importanti della vita di una comunità religiosa ne esaltano i suoi elementi fondamentali, in una delle encicliche del Papa emerito Benedetto XVI parla dei Santi, come luce per avvicinarci a Cristo.

Manifestazioni autentiche come la festa patronale di san Michele Arcangelo, aiutano nel cammino della fede’ Questo il programma, mercoledì 8 maggio, alle ore 8 celebrazione eucaristica, seguita dal suono delle campane e fuochi pirotecnici, in memoria del 1521 anniversario dell’apparizione di San Michele sul Monte Gargano, ore 12, supplica alla Madonna di Pompei, ore 19, celebrazione eucaristica.

Dal 9 all’11 maggio triduo di predicazione in onore del Santo Patrono. Ore 18,30 Santo Rosario a seguire celebrazione Eucaristica, sabato 11, alle ore 20, accensione illuminazione , sagra paesana, concerto musicale degli artisti Nando Mariano e Lino D’Angiò.

Domenica 12 maggio, ore 8 celebrazione eucaristica, ore 9 banda musicale New Carvis Band per le vie della città. ore 11 deposizione corona al monumento ai caduti, ore 16 celebrazione eucaristica, ore 17 solenne processione lato via 4 Novembre, ore 19.30 vendita all’asta dei doni offerti, rientro processione con incendio pirotecnico del campanile.

Lunedì 13 maggio, ore 8 celebrazione eucaristica, ore 9 la banda musicale New Carvis Band per le strade della città, ore 16 celebrazione eucaristica, ore 17 processione solenne lato via De Simone, rientro incendio pirotecnico del campanile.

Martedì 14 maggio, ore 21, Gigi Finizio in concerto, giovedì 16 maggio Celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo Spinillo che amministrerà il sacramento della cresima.

Un programma di tutto rispetto con coordinamento tra il parroco don Vincenzo Marino, e il comitato festeggiamenti, composto da Giuseppe Monti Raffaele Di Costanzo, Tommaso Chiatto, Gianluca di Caprio,Michele Tessitore,Salvatore Costanzo, Luciano Costanzo, Luigi Massimo, Giuseppe di Guida, Giuseppe Mare (segretario), Raffaele Di Caprio (cassiere), Giuseppe Di Caprio (presidente), che ha detto: “Il comitato da sempre fa della sua azione, una missione evangelica affidatoci dalla grazia di Dio. Alla comunità cristiana che ci accoglie con la preghiera e ci da la possibilità di onorare il nostro patrono San Michele Arcangelo, testimone delle nostre speranze verso il nostro buon Dio, va la nostra rinnovata gratitudine”.

Franco Musto

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico