Campania

Boldrini: “Napoli una capitale del Mediterraneo, va sostenuta”

Laura BoldriniNAPOLI. Tappa dopo tappa, lunedì mattina il presidente della Camera, Laura Boldrini, ha fatto visita alla città di Napoli. Il primo incontro è avvenuto all’istituto comprensivo “Sarria-Monti” del quartiere di San Giovanni a Teduccio.

“Mi sembrava doveroso venire qui in una scuola di frontiera dove gli insegnanti sono baluardo di legalità”, ha detto la Boldrini. La presidente è stata accolta dalla preside e dai 950 alunni della scuola d’infanzia e delle medie che si sono esibiti in alcuni brani suonati con il flauto.

“Una scuola che – come ha riferito la dirigente – è fortemente impegnata nel contrasto al fenomeno della dispersione scolastica, lavorando in stretta collaborazione con tutte le altre forze del territorio, dalle istituzioni locali alle numerose associazioni”. La presidente Boldrini ha visitato alcune aule e si è intrattenuta con gli alunni, informandosi sulla loro attività didattica.

“Lasciare la scuola compromette il vostro futuro, significa segnare il proprio destino”, ha detto la Boldrini, che ha voluto sottolineare il lavoro “eccellente” che portano avanti gli insegnanti i quali sono “gli eroi del nostro tempo, sono l’Italia migliore che c’è e non si vede, l’Italia bella e sana che reagisce”.

“Le scuole – ha detto Boldrini – vanno rafforzate, sostenute e vanno migliorate le condizioni di sicurezza per evitare il rischio di furti”. E, rivolgendosi agli insegnanti, Boldrini ha evidenziato la necessità di “rivalorizzare questa figura sia a livello sociale che, se possibile, remunerativo perchè – ha concluso – svolgono un ruolo determinante per il futuro dei nostri figli”.

VIDEO

La giornata a Napoli del presidente della Camera si è conclusa visitando la Città della Scienza. “È un progetto visionario – ha detto – e quando i progetti visionari diventano realtà sono meravigliosi”. La Boldrini, accolta dal presidente della Giunta regionale della Campania Stefano Caldoro e dal presidente della Fondazione Idis Vittorio Silvestrini, ha visitato prima l’area risparmiata dalle fiamme e successivamente quella distrutta dall’incendio del 4 marzo scorso.

Durante la sua visita, appresa la notizia dell’ennesimo episodio di violenza sulle donne verificatosi proprio nel Casertano, dove una 20enne di Macerata Campania è stata ridotta in fin di vita dal suo convivente, la Boldrini non ha fatto mancare il suo appello affinchè questa ondata di violenze cessi.

“La politica deve poter dare risposte a una situazione che sta diventando allarmante”, ha detto. “La questione femminile è uno dei grandi problemi del nostro paese, è a 360 gradi e – ha aggiunto Boldrini – va dall’occupazione, che è uno strumento necessario per dare autonomia alle donne e libertà, alla violenza”.

Serve, per la presidente della Camera “un lavoro culturale, che passa anche per l’esposizione della donna nei mezzi di comunicazione. Non credo sia una forma di libertà l’esposizione a tutti i costi del corpo femminile come strumento ha proseguito. Per far vendere qualsiasi cosa. Penso ci debbano essere delle tutele, perchè – ha concluso – la donna è molto altro. Vorrei fosse restituita un’immagine veritiera della donna che oggi è considerata plastica, mentre noi donne non siamo così”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico