Aversa

Movida, il piano di Sagliocco. Candia: “Si controlli rispetto ordinanza”

 AVERSA. Fissati orari, con vigili pronti ad agire anche di notte, Ztl confermata nelle sere topiche, parcheggi al servizio degli avventori dei locali della zona calda.

Il sindaco Giuseppe Sagliocco, soprattutto dopo che il comitato spontaneo composto dai residenti nella zona calda della movida, quella ricompresa tra via Seggio, piazza Normanna e piazza Marconi con i vicoli limitrofi, si era rivolto al capo dello Stato Giorgio Napolitano, sta cercando di trovare una soluzione stabile e soddisfacente per le parti in causa. I malcapitati residenti si erano rivolti a Napolitano per cercare di ottenere una maggiore tutela per la loro incolumità e, soprattutto, tranquillità, lamentando di non essere padroni di uscire ed entrare dalle proprie abitazioni, di non riuscire a dormire anche a notte fonda.

“Capisco le lamentele di quanti abitano in questa zona della nostra città per cui – ha dichiarato il primo cittadino – come amministrazione, sin dall’atto del nostro insediamento, stiamo cercando di trovare una soluzione che sia accettabile per tutti, tutelando sia i residenti che i titolari dei locali che richiamano nella nostra città centinaia e centinaia di giovani non solo dai paesi limitrofi, ma anche dall’hinterland partenopeo”.

Ed è partendo da questo assunto che il sindaco normanno si è presentato alla riunione della commissione trattante, alla presenza dei sindacati dei dipendenti comunali e dei dirigenti, ha evidenziato immediatamente quelle che erano le sue priorità: movida e controlli ambientali. E per il primo tema ha saputo coinvolgere la polizia municipale, anche grazie alla sensibilità dell’intero corpo con il comandante in testa. I caschi bianchi si sono detti disponibili ad effettuare turni che arriveranno sino alle 2,30 del mattino, mentre oggi rimangono in strada sino a mezzanotte.

Per quanto riguarda gli orari di apertura dei locali della movida Sagliocco ha affermato: “Abbiamo raggiunto un accordo di massima stabilendo che ci sarà la chiusura alle 2 di notte, ma che sarà possibile tenere la musica accesa all’esterno dei locali sino a mezzanotte”. Accorgimenti anche per quanto riguarda il traffico veicolare. Per evitare ingorghi di vetture e la sosta selvaggia delle auto di giovani che si recano in bar, pub e ristoranti della zona, con conseguente difficoltà di mobilità per i residenti, viene confermata anche la zona a traffico limitato sempre nelle serate di venerdì, sabato e domenica. E, a supporto, ci sarà non solo l’amplissimo parcheggio “naturale” costituito da piazza Guglielmo Marconi, ma anche quelli di piazza Domenico Cirillo e quello antistante l’ospedale psichiatrico giudiziario “Filippo Saporito” dove, per dare maggiore tranquillità agli automobilisti, quasi certamente, saranno presenti gli ausiliari del traffico che normalmente gestiscono le strisce blu.

Un accordo che, pur con residenti speranzosi e i titolari dei locali soddisfatti, vede un disilluso Franco Candia, responsabile dell’Ascom cittadina, affermare: “Il problema non è quello di fissare orari. Anche prima era possibile diffondere la musica al di fuori dei locali sino a mezzanotte e la chiusura era stata portata alle 2 dall’amministrazione precedente. Il problema è il rispetto di quanto disposto. Alcuni locali, infatti, sforano gli orari prestabiliti perché i giovani, soprattutto di estate, anche sostando all’esterno di bar e pub, possono dare fastidio ai residenti”.

Insomma, quello che Candia lamenta è l’assenza di maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. Queste ultime, comunque, sono sempre presenti, grazie al coordinamento tra polizia, carabinieri, vigili e guardia di finanza. Non a caso, in questi ultimi mesi, non si registrano episodi particolari di violenza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico