Italia

Grillo da Napolitano: “Vogliamo incarico governo. No a Grasso”

 ROMA. Incarico di governo, presidenza del Copasir e di vigilanza Rai. E’ quanto chiesto giovedì mattina dalla delegazione M5S, formata da Beppe Grillo, Vito Crimi e Roberta Lombardi, nel colloquio con il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano per il giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo.

I tre, prima di recarsi la Quirinale, hanno tenuto una riunione preparatoria per l’incontro con Napolitano presso l’hotel Forum, dove Grillo ha alloggiato. Abito scuro e cravatta di ordinanza, Grillo arriva al Quirinale in macchina accompagnato dal suo autista.

Non parla con i giornalisti, ma abbassa il finestrino per salutare. Alla fine del colloquio con Napolitano, dopo un’ora, sono i portavoce a Senato e Camera che riferiscono alla stampa. Vito Crimi e Roberta Lombardi spiegano alla stampa di aver chiesto un incarico di governo senza aver indicato un nome ma un “progetto”.

Inoltre, i due riferiscono di volere per il Movimento Cinque Stelle la presidenza del Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) e della commissione di Vigilanza Rai. “Il Movimento 5 Stelle è primo per numero di voti per questo chiediamo ufficialmente un incarico di governo”, spiega Lombardi.

Il suo omologo al Senato, Vito Crimi, ha ricordato i venti punti programmatici con i quali il Movimento si è presentato agli elettori e che indicherà come programma di governo. Lombardi ha sottolineato anche che nonostante il M5S sia stato il partito “più votato dagli elettori” finora non gli è stata data “nessuna rappresentanza istituzionale” e le presidenze di Camera e Senato “sono state oggetto di mercanteggiamento e contrattazione tra partiti”.

Grillo, invece, scrive dalle pagine del suo blog: “Il M5S non accorderà alcuna fiducia a governi politici o pseudo tecnici con l’ausilio delle ormai familiari foglie di fico come Grasso. Il M5S voterà invece ogni proposta di legge se parte del suo programma”.

Napolitano, subito dopo aver ricevuto i grillini, ha ricevuto anche la delegazione del Pdl. Mentre alle 18 saliranno al Colle quelli del Pd guidati da Pierluigi Bersani che sarà accompagnato dai due nuovi capigruppo alla Camera e al Senato.

Il Capo dello Stato si sta ritrovando di fronte proposte incompatibili, ma conscio della grave situazione a cui bisogna far fronte, è probabile che già entro venerdì mattina affidi un incarico. Una fretta sottolineata anche dai neo presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Piero Grasso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico