Gricignano

Lettieri e Santagata: “La telenovela dell’area tecnica”

  GRICIGNANO. “Nonostante siano trascorsi ampiamente i famosi 100 giorni dall’insediamento dell’amministrazione Moretti, dobbiamo constatare che non solo l’amministrazione non è riuscita ad intraprendere un’azione amministrativa degna di nota, ma rincorre sempre più spesso in macroscopici errori”.

Lo affermano i consiglieri di opposizione Vincenzo Santagata e Vittorio Lettieri. Il riferimento è all’ultimo capitolo di quella che i due esponenti della minoranza ritengono “la telenovela targata ‘Moretti & Co.’ che ha come attore protagonista l’ingegner Ernesto Palermiti”.

Lettieri e Santagata vanno nei dettagli: “Il sindaco, lo scorso 1 febbraio, provvedeva ad emettere proprio decreto numero 8/13 avente ad oggetto nomina quale responsabile dell’area tecnica l’ingegner Ernesto Palermiti fino alla data del 31 dicembre 13. Passano appena un paio di giorni ed il sindaco ci ripensa: nuovo decreto! Il numero 10/13, con il quale si modificava il precedente decreto. Ora all’ingegner Palermiti era attribuita esclusivamente (così riportato nel decreto), la responsabilità del settore lavori pubblici dell’area tecnica fino alla data del 30 giugno 2013. Ma, evidentemente, vista l’ottima performance dell’ingegnere, il sindaco decide di premiarlo, e lo scorso 5 marzo, con ulteriore decreto numero 13/13, lo nomina responsabile settore urbanistica fino alla data del 31 marzo 2013, integrando il precedente decreto numero 10/13”.

Poi sottolineano: “Tra tutti questi ripensamenti, modifiche, integrazioni e nuovi decreti, la famigerata ditta Moretti & Co. nel richiamare la delibera di giunta numero 200/2009 (con la quale l’area tecnica venne suddivisa nei seguenti settori: Lavori pubblici, urbanistica ed edilizia privata, cimitero, acquedotto, nettezza urbana, pulizia e manutenzione degli uffici comunali), non si accorgevano che la stessa era stata ormai sostituita dalla delibera della commissione straordinaria numero 42 del 10 novembre 2010, che provvedeva all’unificazione del settore urbanistico e lavori pubblici”.

Per i due consiglieri “è evidente, pertanto, che l’ultimo decreto sia invalido, in quanto l’amministrazione non ha provveduto né alla divisione delle aree, né tantomeno si è conformata alla delibera della commissione straordinaria che l’ha riunita”. “Pensiamo – concludono – che purtroppo questa non sarà l’ultima puntata della telenovela”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico