Campania

Salerno, rissa movida: due fermi. A Napoli e Avellino altri due accoltellati

 SALERNO. Due persone sono state arrestate e una segnalata in stato di libertà in relazioneall’aggressione di sabato notte a Salerno,in piazza della Concordia, dove sono stati feriti a coltellate tre ragazzi, uno in modo grave.

Con l’accusa di tentato omicidio sono stati arrestati due giovani di 20 e 27 anni. Un terzo giovane, che avrebbe avuto un ruolo marginale nell’aggressione, è stato denunciato. I tre giovani erano stati accoltellati in una lite cominciata per futili motivi, sul lungomare, uno dei luoghi della movida cittadina. Erano in compagnia delle fidanzate quando sono stati avvicinati da altri giovani che hanno rivolto apprezzamenti pesanti alle ragazze. Ne è nata una discussione e uno degli aggressori ha estratto un coltello ferendo i ragazzi.

L’episodio di Salerno non è l’unico di “movida violenta” avvenuto in Campania nell’ultimo weekend. Domenica sera, a Napoli, tra le stradine affollate dai baretti e dai localini di Chiaia, un 19enne è stato accoltellato a pochi passi da piazza San Pasquale mentre stava passeggiando lungo via Bisignano con una ragazza conosciuta durante la stessa serata. All’improvviso uno sconosciuto lo ha aggredito alle spalle con quattro coltellate, per poi scappare. Ricoverato al ‘San Giovanni Bosco’, per il 19enne fortunatamente nessuna ferita grave. Oscuro il movente dell’aggressione, che potrebbe essere legato alla ragazza con cui la vittima passeggiava.

Una ragazza contesa è stato il motivo di un’altra aggressione in provincia di Avellino, ad Ariano Irpino. In una pizzeria del centro storico, un 21enne del posto, dopo aver notato un suo coetaneo in compagnia di una ragazza che gli aveva soffiato qualche tempo fa, si è avvicinato e ha estratto un coltello dal giubbotto, colpendo il “rivale” all’avambraccio sinistro. La vittima è stata ricoverata in ospedale, giudicata guaribile in otto giorni. L’aggressore è stato fermato dalla polizia circa un’ora dopo ed è stato denunciato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico