Orta di Atella

Tanya Brancaccio: “Pdl primo partito ad Orta di Atella”

 ORTA DI ATELLA. E’ il Pdl il primo partito nel comune atellano. La formazione di Angelino Alfano ha ottenuto il 31,84% dei voti, mentre la coalizione di centrodestra guidata da Silvio Berlusconi ha ottenuto il 35,60 dei consensi.

Piazza d’onore per il Movimento 5 Stelle che ha ottenuto il 25,97%. Per il centrosinistra, il Pd ha ottenuto il 20,88%, mentre la coalizione si è fermata al 23,34%. Modesti i risultati per il cosiddetto “terzo polo” con la Lista Monti ferma al 5,59 e la coalizione che si attesta al 9,45%. Per Rivoluzione Civile ha votato il 3,45% degli ortesi.

“Un risultato più che soddisfacente – afferma Tanya Brancaccio, vicecoordinatrice della Giovane Italia casertana – dato che per la prima volta siamo stati impegnati direttamente nel partito in cui abbiamo aderito all’incirca un anno fa. E un dato altrettanto positivo viene anche dagli altri paesi atellani dove il Pdl è risultato il primo partito ,staccando di non poco gli altri partiti dati per vincitori, vedi Sant’Arpino. Un dato che da giovane militante del Popolo della Libertà mi inorgoglisce e mi motiva a continuare quetso percorso cominciato all’interno di questo partito, portando solo risultati e numeri, così come siamo abituati ad Orta di Atella ormai da anni”.

“Un ringraziamento dovuto – continua la Brancaccio – va al circolo di centro destra tutto per il supporto in questa campagna elettorale, prima e durante la due giorni di elezioni, ai tanti impegnati sui seggi elettorali con me come rappresentanti di lista , ai cittadini ortesi che hanno scelto di votare Pdl e all’intera amministrazione comunale. E con enorme gioia attendiamo ora il ritorno dei deputati e senatori eletti che con tanta passione abbiamo sostenuto, non a caso proprio con alcuni di loro (Enzo D’Anna e Antonio Milo) avevamo già gettato le basi per dei grandi risultati attuali e futuri”.

Per Tanya Brancaccio “questo è solo un preludio ed il minimo di ciò che insieme ad Orta possiamo fare. Il boom dei voti per Grillo è certamente un dato su cui riflettere anche nelle nostre realtà. Chi ha votato Grillo va rispettato anzi è una nuova realtà con cui dovremo confrontarci e , perché no, collaborare laddove su alcuni temi come ho sempre sostenuto, non esiste bandiera politica né colore che tenga in quanto di primaria importanza. E auspico davvero in un ritorno alla sana politica partitica dove si dimostri seriamente di voler bene ai nostri territori e ai nostri concittadini”.

“Se il Pdl – conclude – in provincia di Caserta e in quasi tutti i 104 comuni è risultato primo partito in assoluto, mai come stavolta, è soprattutto merito nostro dei militanti che dalla base con una mobilitazione capillare hanno strappato fino all’ultimo voto degli indecisi e un plauso in particola alla Giovane Italia di Caserta che su tutti i territori ha dimostrato quanto sia una risorsa che da oggi in poi sarà da tenere in conto e valorizzare . Da oggi inizia una nuova pagina per Caserta e per il nostro partito e saremo pronti a scriverla perché abbiamo tante ambizioni che vogliamo realizzare tutte certi di farcela”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico