Aversa

Politiche sociali, l’Amministrazione attenta ai bisogni dei più deboli

 AVERSA. Il Comune di Aversa garantisce il prosieguo dei Ptri (Piani terapeutici riabilitativi) in essere ed ha finanziato dal proprio bilancio ulteriori due interventi a carattere sociale.

Si tratta del collocamento in strutture residenziali per anziani senza fissa dimora e che versano in condizioni di disagio sociale ed economico ed il collocamento in centri diurni per un segmento di utenti disabili di fatto esclusi da un tipo di assistenza specifica nelle norme sanitarie e regionali in materia. Grazie alla ripresa dei lavori dell’Ambito socio sanitario sono arrivati nelle casse comunali 12mila euro circa per il baliatico 2012 che nei prossimi giorni consentiranno la liquidazione dell’ultimo trimestre relativo all’anno 2012.

Inoltre la Provincia di Caserta ha autorizzato l’avvio della procedura per l’anno 2013 per cui nei prossimi giorni sarà pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di ammissione al contributo baliatico per l’anno 2013.

Nel contempo, l’amministrazione aversana sta partecipando proficuamente ai lavori dell’ambito C6 che, prima di ripartire, sta definendo la situazione debitoria del vecchio ambito C3, per poi provvedere alla programmazione relativa alle annualità 2013-2015 che dovranno essere presentate, come termine ultimo dettato dalla Regione Campania, il prossimo giugno.

Nelle more che i servizi possano essere nuovamente gestiti dall’ambito, l’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Sagliocco ha ottenuto l’autorizzazione a gestire in autonomia i principali servizi a valenza sociale per evitare l’interruzione degli stessi a danno degli utenti appartenenti a fasce sociali deboli.

In autonomia, infatti, il Comune di Aversa gestisce il servizio dei trasporto scolastico per disabili, il servizio di assistenza materiale domestica e scolastica rivolto ai disabili.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico