Aversa

Scuole aversane, Barbato: “Ecco la verità”

Elia BarbatoAVERSA. Apprendo da alcuni organi di stampa di un ridisegno della sistemazione strutturale di alcuni istituti di istruzione superiore di competenza della provincia di Caserta, che chiamano in causa la politica locale e si chiedono che cosa si stia realmente facendo.

Doverosamente, mi corre l’obbligo di far sapere la verità su cosa è stato fatto e cosa è stato programmato per le scuole aversane.
Fin dal mio insediamento in consiglio provinciale, come peraltro promesso agli aversani, mi sono preoccupato della programmazione scolastica di competenza della provincia di Caserta per Aversa; ho contattato personalmente l’assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, la dott.ssa Franca Cincotti, con la quale ho dialogato diffusamente per rappresentare le esigenze, le carenze e le potenzialità delle scuole superiori presenti in città.
La stessa è stata invitata più volte ad Aversa, dove ha incontrato i dirigenti scolastici locali, verificando, di persona, quanto rappresentatoLe. Nel mese di novembre è stata accompagnata a visionare un complesso di proprietà comunale al fine di valutare la possibilità di allocare uno dei tre istituti che non hanno sede in proprietà pubblica, per i quali l’amministrazione provinciale paga oltre un milione di euro di fitti all’anno.
Alla fine di un percorso lungo per i tempi trascorsi e tortuoso per le difficoltà, le diffidenze e gli interessi personali di taluni, dopo aver combattuto, in senso metaforico, ovviamente, il risultato ottenuto per le scuole superiori aversane è stato il seguente: l’Itg (geometra) “Andreozzi” resterà nella storica sede in viale Europa, eventualmente dando ospitalità, se necessario, ad alcune aule di altro istituto;
il Liceo Scientifico “Siani” manterrà la sua autonomia scolastica per l’accorpamento con il Liceo Scientifico di Sant’Arpino;
il Liceo Artistico “Giordani” manterrà la sua storica sede in via Magenta e la sua autonomia scolastica con l’accorpamento al Liceo Scientifico di Trentola-Ducenta;
il Liceo Pedagogico “Iommelli” si arricchirà dell’indirizzo formativo del Liceo Scientifico Sportivo L’tis “Volta” avrà, oltre al tradizionale indirizzo tecnico-industriale, quello Odontotecnico;
il Liceo Classico “Cirillo” potrà completare i suoi indirizzi con il Liceo Musicale. Tenuto conto che la delibera di Giunta Regionale della Campania n.669 avente ad oggetto gli ”Indirizzi per la programmazione dell’offerta formativa scolastica e per l’organizzazione della rete scolastica per l’anno scolastico 2013/2014” prevedeva:
– che gli istituti di istruzione secondaria superiore dovevano essere intesi come filiere formative omogenee,
– che le richieste di attivazione di nuovi indirizzi sarebbero state valutate tenendo conto della storia di ciascun istituto e della necessità che l’offerta formativa degli istituti di istruzione superiore non risulti costituita da una somma indistinta di indirizzi, ma si sostanzi in competenze e saperi congruenti;
– l’istituzione di un solo nuovo liceo musicale ed un solo coreutico in tutta la provincia;
– l’istituzione di un solo liceo sportivo in provincia;
– la perdita dell’autonomia scolastica per gli istituti aventi un numero di iscritti inferiore a 900 alunni; si può determinare un giudizio, obiettivamente, soddisfacente per Aversa avendo mantenuto tutte le autonomie scolastiche, e avendo istituito nelle scuole aversane tre dei quattro nuovi indirizzi fissati dalla delibera regionale.
Poteva farsi di più per soddisfare le legittime aspettative di qualche dirigente scolastico locale, ma, alla luce dei risultati ottenuti per Aversa, si può ritenere di aver fatto un buon lavoro proponendo, in parallelo agli storici indirizzi formativi esistenti, nuove proposte in linea con il mercato del lavoro che richiede nuove professionalità e specializzazioni. Esse infatti rappresentano un sicuro volano per l’entrata nel mondo del lavoro dei nostri giovani.
Nell’anno che verrà si cercherà di ottimizzare l’utilizzo delle strutture scolastiche ristrutturando, laddove necessario, quelle esistenti, e programmando l’utilizzo di strutture di proprietà pubblica per quelle in locazione al fine di ridurre la spesa. Ad Aversa ci stiamo già attrezzando, in Provincia, a Caserta, si compiaceranno delle nostre proposte.

Ing. Elia Barbato
Assessore comunale di Aversa

Consigliere provinciale di Caserta

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico