Succivo

Il Basket Succivo espugna San Vitaliano

 SUCCIVO. Atteso al riscatto dopo il passo falso di 7 giorni fa, Succivo non tradisce le attese e nella seconda giornata del girone espugna San Vitaliano (43-47) non senza fatica.

Barretta ritrova Cirotto, assente contro All Mix Basket, e rilancia dal primo minuto Maggio dopo la squalifica scontata alla prima. Campolattano agisce da play, a lui il compito di innescare le incursioni di D’Ettore, con un D’Angelo “caldo” ai rimbalzi. San Vitaliano Basket in formazione tipo.

Da segnalare questa giovane società, costituita appena ad ottobre, ma che sta facendo proseliti grazie al progetto “Giovani per la Legalità”: impegno sociale e sport che viaggiano insieme nel nome di valori sani, quelli buoni di lealtà, passione e rispetto. Ideali che troppo spesso tendiamo a “dimenticare”.

Un plauso forte dal Basket Succivo alla voglia e alla determinazione di questa società! Archiviato il rituale della foto di gruppo, arriva il momento della palla a due. Il freddo pungente della serata (si gioca alle 21 con 3° all’esterno) e le difese a uomo paralizzano il mirino delle due squadre, che per ben 6 minuti non si risparmiano sul piano atletico ma difettano incredibilmente di precisione, non mettendo a segno alcun punto.

Ci pensa Auriemma al sesto minuto a “rompere il ghiaccio” e a dare il primo +2 a San Vitaliano. Succivo non sta a guardare e con Cirotto e Campolattano ribaltano la situazione. Il play succivese si prende addirittura il lusso di una penetrazione con palla dietro la schiena e mette a segno il canestro della serata, sottolineato dall’applauso degli spettatori locali.

Si aprono le danze. Laezza scalda la mano dal perimetro, mentre San Vitaliano si tiene a galla coi liberi. È 7-10 dopo 10 minuti. Riscaldati i muscoli, Succivo comincia a carburare, e con lui Michele Laezza. Il numero 15 mette a referto il miglior quarto personale (9 punti) e trascina i suoi al +10. Barretta passa alla zona e la premiata ditta Cirotto-D’Angelo alza la paletta rossa sotto canestro: di lì non si passa. Via nella mischia anche Barbato, che dà quel pizzico di velocità in più, e Saviano che fatica ad entrare in partita. Il San Vitaliano, tuttavia, non trova varchi e nemmeno il jolly dalla distanza. 30-20 Succivo all’intervallo.

Come capita spesso, però, dopo aver speso tanto è inevitabile il calo fisiologico: lo sa il Succivo, ma ancor meglio lo sanno i padroni di casa, che sfruttano gli ultimi venti minuti molli degli ospiti per provare la rimonta. Cerciello e Monda rosicchiano il gap e avvicinano pericolosamente il San Vitaliano (-6). Poi la svolta che non ti aspetti: Campolattano perde palla al centro del campo e Cerciello si invola al tabellone, D’Ettore lo insegue e commette fallo tecnico: canestro, tiro libero e possesso per il San Vitaliano, che si porta sul 41-43 a 3 minuti dalla fine. Succivo finisce la benzina, ma dalla sua ha la scarsa precisione dei napoletani, che avrebbero potuto dare il colpo di grazia al match, dopo aver pareggiato il conto 43-43.

Nel momento topico del match Cirotto prende per mano la squadra: il numero 12 prima stoppa una controffensiva di San Vitaliano, poi approfitta di un pallone vagante sotto canestro per sdradicarla dal possesso avversario e servirla a Laezza M., che in posizione di lunetta mette dentro un canestro ‘pesante’: +2 a 60 secondi dalla sirena. Saltano gli schemi e San Vitaliano non riesce più a recuperare: D’Ettore guadagna un fallo prezioso e mette il punto sulla vittoria, sugellata da Maggio nel finale.

San Vitaliano-Succivo finisce 43-47 tra gli applausi dei presenti e il saluto dei giocatori in campo, protagonisti di una partita grintosa e determinata. Basket Succivo chiude il 2012 con una vittoria, ora l’appuntamento per i tifosi è subito dopo le Feste: in casa arriva una vecchia conoscenza, la Virtus Sinuessa di Mondragone, nella gara valida per la terza giornata di Prima Divisione girone A.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico