Orta di Atella

Brancaccio vara la nuova giunta

 ORTA DI ATELLA. Due volti nuovi in giunta, nuove deleghe e tanto entusiasmo, secondo quella che lo stesso primo cittadino Angelo Brancaccio ha definito “una prima rotazione in itinere ampiamente prevista e tesa al miglioramento del buon governo della città”.

Dopo l’azzeramento delle settimane scorse, il sindaco di Orta di Atella ha definito gli ultimi dettagli per la modifica della composizione della sua giunta che lo affiancherà in questo secondo lasso di consiliatura per portare a termine il programma condiviso con gli elettori nella primavera del 2010. “Mi preme esprimere un ringraziamento sentito agli assessori uscenti Stefano Del Prete e Alfonso Di Giorgio per il senso di responsabilità, di appartenenza e coesione mostrati in questa fase e per l’eccellente lavoro che li ha caratterizzati fin qui. Colgo, inoltre, l’occasione per augurare buon lavoro ai neo assessori Raffaele Elveri e Antonio Marroccella certo che possano svolgere al meglio i rispettivi incarichi di grande rilievo e responsabilità per il nostro territorio”.

Tra le novità, anche l’ingresso tra i banchi dell’assise cittadina di Alfonso Di Giorgio, già assessore all’Ambiente e nominato all’unanimità presidente del gruppo consiliare, che subentra al posto di Rosa Minichino, che manterrà il suo posto nell’esecutivo. La manovra si è tradotta in una conferma per Giovanni Sorvillo, Giuseppe Mozzillo, Eduardo Indaco, e la stessa Minchino. Le new entry, invece, sono rappresentate da Raffaele Elveri e Antonio Marroccella.

Gli assessori dopo aver accettato la nomina e ringraziato il primo cittadino per la fiducia accordatagli, hanno partecipato alla prima riunione di giunta. Contestualmente alla nomina, il sindaco Brancaccio ha provveduto a designare le deleghe che risultano cosi composte: Giovanni Sorvillo: Vicesindaco, Bilancio e Finanze; Giuseppe Mozzillo: Urbanistica, Territorio, Ambiente; Eduardo Indaco: Cultura, Politiche giovanili, Sport, Trasparenza, Legalità; Rosa Minichino: Pubblica istruzione, Edilizia scolastica; Raffaele Elveri: Politiche sociali, Rapporti con associazioni, Protezione civile; Antonio Marroccella: Commercio, Arredo urbano. Il sindaco Brancaccio, ha mantenuto ad interim quattro deleghe (Lavori pubblici, Attività produttive, Personale e Servizi cimiteriali) che comunque saranno distribuite nei prossimi giorni ad altri consiglieri comunali.

“Oggi – ha continuato il sindaco – si chiude una fase di verifica, caratterizzata da una serrata quanto fisiologica dialettica interna, che non ha in un alcun scalfito l’azione amministrativa. L’esecutivo che mi affiancherà è caratterizzato da una forte assunzione di responsabilità politica e da un altrettanto spiccata volontà di ascolto delle nuove istanze della città”.

La giunta sarà presentata alla città nel corso prossimo consiglio comunale che sarà convocato tra pochi giorni per la surroga del consigliere Minichino e le nomine del presidente del Consiglio e del presidente dell’Acquedotti.

Intanto, Brancaccio esprime solidarietà al presidente Sergio Zavoli, vittima di una ignobile e abbietta aggressione. “Condanniamo fermamente questo atto vile, esprimo al caro Sergio affettuosi auguri perché si possa presto riprendere”, ha detto il sindaco appena ricevuta la notizia dell’aggressione subita dallo scrittore e giornalista nella sua casa di Monte Porzio Catone. Zavoli, presidente della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza sui servizi radiotelevisivi, nei giorni scorsi è stato ad Orta di Atella come ospite d’onore della seconda edizione del concorso cinematografico “Incontri Nazionali del Cinema” dove ha ricevuto dal primo cittadino Brancaccio il “Premio Fabulae Atellanae” alla carriera. “A lui mi stringo in un ideale abbraccio con l’auspicio che i colpevoli possano essere assicurati presto alla giustizia” ha concluso il sindaco Brancaccio, che ha inviato anche una lettera personale al giornalista.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico