Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Politiche sociali, Psi: “Cronaca di un commissariamento annunciato”

 MONDRAGONE. Il Partito Socialista, attraverso il suo segretario Antonio Taglialatela, interviene in merito alla delibera di giunta regionale 671 del 24 novembre 2012 …

… proponendo all’opposizione la predisposizione di una precisa mozione consiliare per conoscere i reali motivi che hanno determinato il commissariamento dell’Ambito C9. “La proposta di commissariamento del piano di zona C9, – afferma Taglialatela – effettuata dalla Giunta della Regione Campania, è motivo di forte imbarazzo e di gravi responsabilità politiche che vanno individuate. Invitiamo, ancora una volta, le opposizioni a unirsi per tutelare i dritti dei più deboli, noi ci faremo promotori di una precisa mozione consiliare da inviare ai Gruppi Consiliari che vorranno sottoscriverla”.

“E’ da vergognarsi, – continua il segretario del Psi – come cittadino di Mondragone, Comune Capofila, dove la neo Giunta, appena insediata, sembra più interessata a promuovere festicciole che affrontare i veri nodi che attanagliano la Città”.

“Nulla di nuovo ha prodotto la Giunta Schiappa, – incalza Taglialatela – soprattutto sulle Politiche Sociali che vanno sì riformate, in maniera assoluta, con una gestione di forte discontinuità politica rispetto al passato. La scelta della Giunta regionale impone ai Comuni di chiudere con il modello di gestione degli anni passati obbligando tutti a riportare la programmazione degli interventi sociali alle regole dettate dalle leggi di riferimento nazionali e regionali.La natura di associazione di comuni del piano di zona viene riaffermata attraverso il richiamo alla necessità di costituzione di un ‘reale’ fondo unico di ambito (Fua). Viene ribadita l’idea di progettazione e programmazione condivisa da tutti i comuni e sviluppata su interventi territoriali che abbiano alla base percorsi di conoscenza delle necessità sociali”.

Il Psi dice “basta con l’assistenzialismo che ha caratterizzato gli interventi degli anni precedenti, occorre lasciare il posto agli investimenti sociali destinati a dare risposte durature e risolutive alle necessità territoriali. Il Welfare, il terzo settore, tematiche che abbiamo affrontato nella nostra battaglia elettorale, affermando il ruolo di centralità della promozione sociale tenendo conto delle fasce deboli e delle esigenze accertate della nostra popolazione”.

“Cultura, Promozione territoriale, disabilità, non autosufficienza, dipendenze, immigrazione, emarginazione, nuove povertà sono i terreni di sfida”, sottolinea il segretario dei socialisti, che conclude: “Ci tocca però registrare le continue sceneggiate del sindaco capofila e di una Giunta assente. Purtroppo Schiappa e il centrodestra hanno scelto la Citdi Mondragone, potevano scegliere un’altra Città”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico