Italia

Borse incerte: Btp a ruba, spread in altalena. Allarme disoccupazione della Bce

 MILANO. Le condizioni del mercato del lavoro nell’Eurozona “sono ulteriormente peggiorate negli ultimi trimestri” e le previsioni “suggeriscono nel breve termine un ulteriore incremento della disoccupazione”.

Lo scrive la Bce nel bollettino mensile. La disoccupazione dell’area euro ha toccato l’11,7% a ottobre. Gli economisti della Banca centrale europea hanno abbassato le loro stime sulla crescita dell’area euro per il 2012 (fra -0,6% e -0,4%) e 2013 (fra -0,9% e +0,3%), formulando una previsione di crescita fra 0,2 e 2,2% per l’anno successivo: è una conferma di quanto annunciato la scorsa settimana.

Le stime di tre mesi fa indicavano un Pil fra -0,6% e -0,2% per il 2012 e fra -0,4% e 1,4% per il 2013. Più moderate anche le previsioni d’inflazione, ora attesa al 2,5% medio per il 2012, fra l’1,1% e il 2,1% per il 2013 e fra lo 0,6% e il 2,2% l’anno successivo.

Il Tesoro ha venduto tutti i 3,5 miliardi di euro del nuovo Btp a 3 anni con tassi ai minimi da ottobre 2010. Il rendimento medio è sceso al 2,50% dal 2,64% dell’asta del 14 novembre. Il rapporto tra domanda e offerta è stato di 1,36 contro 1,50 del collocamento di novembre. Il Tesoro ha anche assegnato 729 milioni di euro – contro un target massimo di 750 milioni – del Btp 2026 (dodicesima tranche) con un rendimento medio del 4,75% e un rapporto di copertura di 1,98.

Spread in calo. Partenza debole delle Borse europee, con l’eccezione di Piazza Affari che mette a segno una partenza decisamente in rialzo. In calo sotto i 330 punti base il differenziale tra Btp e Bund tedeschi.

Mattinata incerta per le principali Borse europee, con Piazza Affari che, dopo un avvio in rialzo, ha limato i guadagni galleggiando poco al di sopra della parità. Oscila intorno ai 330 punti base il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, che in avvio era calato verso quota 320.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico