Santa Maria C. V. - San Tammaro

Pdl: “Governo cittadino inadeguato e impreparato”

Salvatore MastroianniSANTA MARIA CV. “Dopo gli orti botanici, le case dell’acqua e i balconi fioriti l’Amministrazione di sinistra Mattucci – Di Muro – Stellato si inventa anche l’impegno a favore del popolo palestinese invece di pensare più concretamente agli innumerevoli problemi che attanagliano la nostra città.

E’ infatti del tutto evidente che l’unico popolo al quale avrebbero titolo e dovere di assicurare impegno, cioè a quello sammaritano, lo stanno tristemente e desolatamente deludendo”.

In questo modo il responsabile cittadino del Pdl Salvatore Mastroianni ha commentato l’ultima trovata dell’amministrazione Di Muro circa il suo formale impegno per il processo di pace tra Israele e la Palestina; tutto ciò mentre la Giunta, con in testa l’assessore alle finanze Scirocco, viene letteralmente stritolata dalle mille problematiche relative ai bilanci di previsione e di riequilibrio, con i relativi ormai evidentissimi problemi di liquidità di cassa che l’Ente inizia a vivere.

“Li senti parlare di allargamento della giunta, di partecipazione alle primarie del centro sinistra(a proposito chissà come la pensa l’amico rinnovatore Dario Mattucci ), di playgroud o di questioni legate alla sempreverde urbanistica sammaritana, di permessi di costruire o di direzioni di lavori … ma difficilmente, questi solerti amministratori di sinistra trascorrono il loro tempo a parlare dell’aumento dell’Imu da loro deciso, o dei disagi che stanno provocando alla città con gli avvisi di pagamento sbagliati, o dell’assenza di peso politico nelle vicende che vedono soccombere la nostra città relative allo smembramento del Tribunale, o alla perdita della scuola infermieri, o alla scomparsa del conservatorio, o alla penalizzazione dell’ospedale cittadino, o alla cementificazione selvaggia del territorio (finanche delle aree limitrofe al cimitero), o alla mortificazione dello storico Teatro Garibaldi, e così via. Stanno rovinando il presente della nostra città, minandone pesantemente anche la prospettiva futura sia dal punto di vista delle opportunità di sviluppo, tutte sonoramente e puntualmente mancate, e sia da quello meramente contabile e finanziario che inizia a far temere alla città di rivivere l’onta e le difficoltà del dissesto finanziario dei primi anni novanta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico