Orta di Atella

Sede distaccata della Ragioneria: appello all’amministrazione

 ORTA DI ATELLA. La storia della sede distaccata di Orta dell’Itc ‘Alfonso Gallo’ di Aversa è ben conosciuta.

Per far spazio alla caserma dei carabinieri è stata sfrattata dalla sede in piazza Pertini. Attualmente è in un edificio di civili abitazioni adattato e non idoneo. Non c’è una buona igiene ambientale: aule buie, piccole e con pilastri portanti che impediscono la visione della lavagna e del docente in cattedra. I corridoi e le scale sono stretti e pericolosi per i ragazzi quando scendono a gruppi. Cerchiamo di non immaginare cosa potrebbe succedere in caso di, scongiurati, eventi naturali o altro.
Mancano locali per allestire i laboratori per gli attuali ausili elettronici per la didattica (esempio impianto L.I.M.), mancano locali idonei per le assemblee dei ragazzi, si dovrebbero riunire nel cortile e se piove nelle singole aule e potrebbe verificarsi un accentramento di peso gravante sul solaio. Gli allievi non svolgono attività motoria o sportiva durante l’ora di Educazione Fisica perché non hanno strutture disponibili in loco.
E’controproducente indicare il palazzetto dello Sport comunale sito a qualche chilometro di distanza: si pensi al tempo per raggiungerlo e alle peripezie tra il traffico cittadino, tutto in un’ora? Questi sono alcuni dei disagi che vive la ragioneria di Orta di Atella.
All’amministrazione il presidente del consiglio d’istituto più volte ha chiesto un intervento e puntualmente si è sentito rispondere: “E’ alla provincia che si deve chiedere!”. Sia il sindaco che l’assessore all’istruzione hanno sempre fatto orecchie da mercante, tergiversando. E’ a conoscenza dei genitori che anche qualche docente e la stessa preside sono stati trascurati dai rappresentanti del Comune.
All’amministrazione si chiede solamente di intercedere per migliorare la sede della Ragioneria,senza scaricare le proprie responsabilità di amministratori di Orta di Atella su altri. E’ vero,è prossima la realizzazione di un polo scolastico,ma quando?,e il progetto prevede un Istituto Superiore dedicato al tipo di scuola?Alla fine del 2011 la Provincia di Caserta ha chiesto a diversi comuni dell’agro aversano di segnalare una quota di terreno per la costruzione proprio di un edificio esclusivo per la scuola superiore, come mai nell’elenco non figura Orta di Atella? Il sindaco, che è anche consigliere provinciale in carica,può chiarire a noi profani questo? Sicuramente ci sarà un motivo. Dato che corre voce che se l’edificio ospitante la ragioneria non verrà aggiornato a tutte le normative vigenti di agibilità e sicurezza,la scuola verrà trasferita altrove.
Si chiede, perciò, all’amministrazione di Orta di attivarsi affinché la ragioneria non venga spostata.Essa deve sollecitare chi di competenza a provvedere per dare anche ai ragazzi di Orta una scuola dignitosa e idonea alle esigenze dell’istruzione moderna. I nostri figli devono avere un concetto ottimistico e di efficienza, non invece una visione deludente e decadente.
Devono avere quella formazione che il mondo del lavoro chiede, non devono avere una formazione arrangiata per essere poi gli esclusi. L’amministrazione comunale ha a cuore il futuro dei suoi cittadini, lo sappiamo, e perciò deve impegnarsi, o tentare almeno, di risolvere i problemi della comunità ortese.

Il presidente del consiglio d’istituto, Salvatore Mario Lupoli

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico