Esteri

Presidenziali Usa, Obama e Romney alla volata finale

 WASHINGTON. Al termine di una maratona elettorale di 17 mesi, e quasi tre miliardi di dollari bruciati, i candidati alla Casa Bianca, alla vigilia effettiva del voto, toccheranno ben otto stati, quelli dove fino all’ultimo si combattono le battaglie decisive.

Il presidente Barack Obama e il suo vice Joe Biden da una parte, Mitt Romney e Paul Ryan dall’altra, infatti parteciperanno in tutto a 14 manifestazioni elettorali Una replica di quello che e’ successo ieri, quando i quattro candidati hanno girato freneticamente negli otto stati chiave, tenendo in tutto sei comizi nello stato piu’ importante di tutti, l’Ohio.

E all’aeroporto di Cleveland le due squadre opposte si sono quasi incrociate, quando l’Air Force Two, l’aereo del vice presidente Biden, pronto al decolloè stato quasi affiancato da quello della campagna di Romney. Per entrambi i candidati vi sono state folle di sostenitori e appelli finali al voto. Ed Obama ha avuto al suo fianco in New Hampshire un testimonial di eccezione, l’ex presidente Bill Clinton che in queste ultime frenetiche battute della campagna elettorale non si sta risparmiando per aiutare l’ex avversario della moglie. Sia Romney che Obama sono stati ieri in Ohio ed oggi vi torneranno.

Il presidente – che domenica è stato anche in Florida e Colorado – sarà a Cincinnati e poi volerà in Wisconsin ed Iowa, toccando così tutti e tre gli stati del mid west che, secondo molti analisti, potranno dargli la sicurezza della vittoria. Alla fine tornerà a Chicago, dove si trova il suo quartier generale, ed dove trascorrerà l’Election Day e vivrà quella che si prospetta come una lunghissima election night. Romney ha fatto la scorsa notte la sua ultima tappa in Iowa, e oggi inizierà anche lui il suo ultimo tour in Ohio, dove si e’ fermato anche ieri pomeriggio per fare un discorso a Cleveland di fronte a 6mila persone, commettendo un passo falso che ha provocato i fischi del pubblico.

“Se il presidente venisse rieletto”, ha detto il repubblicano che poi di fronte alle proteste del pubblico ha aggiunto: “e’ possibile, ma non probabile”. Romney farà poi due diversi comizi in Virginia, uno Florida e poi a tarda notte uno stop a Manchester, in New Hampshire, prima di tornare a casa a Boston per l’election day.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico