Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

S.Maria la Fossa, Ferrandelle: Papa intervistato da Rainews

Antonio Papa S.MARIA LA FOSSA.Andrà in onda mercoledì 14 novembre, alle ore 20.40, su “Rai News” l’intervista realizzata con il sindaco di Santa Maria La Fossa, Antonio Papa, dall’interno della discarica di Ferrandelle, eccezionalmente aperta alle telecamere della Rai.

Il sindaco che per la prima volta ha avuto accesso alla discarica ha ribadito ciò che va dicendo dall’inizio del suo mandato: che bisogna assolutamente delocalizzare le centinaia di tonnellate d’immondizia stoccata nelle ventidue piazzole realizzate nel sito.

Ferrandelle, infatti, fu realizzata come sito di trasferenza per far fronte alla grande crisi dei rifiuti napoletana, ma doveva durare solo 18 mesi e avrebbero dovuti essere stoccati solo i quantitativi che la base delle piazzole potevano sopportare.

Mentre, invece, come le inchieste stanno dimostrando, pare che i quantitativi stoccati per singola piazzola siano stati esorbitanti e avrebbero provocato il collasso dei fondi delle piazzole stesse, con conseguente infiltrazione del percolato nelle falde.

Ma, soprattutto, urge una bonifica totale del sito, anche se questa, quando sarà fatta, non riporterà l’azienda di Ferrandelle allo stato precedente. Si trattava di un’azienda che poteva rappresentare un sicuro volano nello sviluppo dell’agricoltura e dell’allevamento bufalino nella nostra zona. Ma una radicale bonifica va comunque fatta al fine di limitare i danni dell’inquinamento delle falde per salvaguardare la salute dei cittadini fossatari, direttamente interessati.

“Siamo fiduciosi nell’azione della magistratura che anche se dopo anni sta finalmente individuando i responsabili di questo immane scempio. Le indagini con conseguente punizione dei responsabili, non ci ridaranno la zona nel suo antico splendore, ma daranno giustizia alle azioni di pro testa poste in essere da centinaia di cittadini che si opposero con tutti i mezzi ad uno scempio annunciato. Per questo scempio il nostro territorio ha subito un enorme danno che nessun tribunale potrà risarcirci. In In ogni modo fin da ora preannuncio che il Comune si costituirà parte civile nei procedimenti penali che saranno avviati contro chi sarà ritenuto responsabile di questo grande scempio”. Presente all’intervista anche il vicesindaco Salvatore Russo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico