Sant’Arpino

“Da Atella a S.Arpino”, i ringraziamenti degli organizzatori

 SANT’ARPINO. A Sant’Arpino risuona ancora l’eco della meravigliosa serata – evento vissuta pochi giorni orsono con la presentazione presso il Palazzo “Pezzella” del libro “da Atella a Sant’Arpino” (Guida Editori, pag. 512), scritto da Giuseppe Dell’Aversana ed Elpidio Iorio, con disegni di Elpidio Cinquegrana.

Il volume, che racconta per la prima volta nel suo insieme i venticinque secoli di storia del comune atellano, è stato fortemente voluto da Gaetano e Filomena Pezzella, per ricordare la memoria del figlio Giovanni, già presidente della Pro Loco Sant’Arpino, prematuramente scomparso.

I tantissimi presenti (poco meno di mille) hanno vissuto con grande intensità la serata destinata ad essere annoverata tra le pagine più belle della storia locale. Un parterre d’eccezione (tra gli altri si citano i nomi di Antonio Lubrano, Antonio Bassolino, Francesco Paolo Casavola) ha reso ancora più prestigiosa la serata. Profonde e di notevole spessore le riflessioni che, tra lo sguardo attento e compiaciuto degli spettatori, sono state sviluppate nel rispetto di una scaletta armonica ed equilibrata.

Protagonista indiscusso il libro o, come viene definito dai più, il volumone (una copia del quale è stata offerta gratuitamente a tutti gli intervenuti) che è stato accolto con grande favore dalla critica per la sua capacità di unire gradevolmente il linguaggio testuale con quello del fumetto con l’obiettivo principale di fare memoria e recuperare una precipua identità che rischia di disperdersi nel mare magnum dell’era globale.

Gli autori, unitamente alla famiglia Pezzella, a conclusione di questo intenso percorso (durato circa quattro anni) di cultura e di amore per le proprie radici, ritengono doveroso esprimere un forte sentimento di gratitudine a quanti hanno dato un fattivo apporto sia alla stesura del volume che alla organizzazione della cerimonia di presentazione.

Precisamente si ringraziano: Alessio D’Elia, Annarita Comunale, Patrizia D’Ambrosio (colorazione tavole), Rosaria Dell’Aversana (editing), Umberto Guarino – studio Mau (progetto culturale – editoriale e design volume), Salvatore Della Rossa (fotografia), Grafica Metelliana e Grafica di Giovanni Schioppa (stampa), Mario Guida e Mary Attento (Guida Editori).

Lo staff tecnico composto da: Antonio Belardo (audio – luci), Luigi Agliarulo (Addobbi). I servizi di vigilanza a cura di Gesa e del direttore Andrea Piccerillo, i volontari del Nucleo Comunale di Protezione Civile, la Polizia Municipale di Sant’Arpino con in testa ilcapitano Lucio Falace, i Carabinieri di Sant’Arpino guidati dal Mar. Giuseppe Feola.

Lo staff di segreteria, coordinato dal presidente della Pro Loco Aldo Pezzella, costituito da : Brassotti Ziello Marilena, D’Ambra Antonio, Della Rossa Luigi, Di Carlo Roberto, Marroccella Raffaele, Persico Raffaele, Falace Raffaella, Ziello Francesco, Melardo Loreta, Di Carlo Loredana, Cinquegrana Mario, Gatta Gemma, Francesco Legnante, D’Ambra Rosa, Belardo Raffaella, Marroccella Elpidio, Iorio Franco, Esempio Raffaele, Brassotti Ziello Chiara, Elpidia Iorio, Delli Paoli Tommaso, Vincenzo Iorio, Cinzia Cinquegrana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico