Orta di Atella

La Destra: “E’ il momento di voltare pagina”

 ORTA DI ATELLA. Come forza politica presente sul territorio ortese, doverosamente, siamo costretti ad analizzare l’attuale quadro politico locale, traendo una semplice e chiara conclusione, cioè, che siamo giunti al momento di voltare pagina.

Attualmente siamo governati da chi, è seduto su quelle poltrone da più di venti anni, da chi ha gestito la crescita esponenziale del territorio locale, fatto di cementificazione irrazionale, voluta solo per accrescere il proprio potere politico ed economico, che dopo l’onta dello scioglimento, non ha voluto in alcun modo mollare a seggiola, anche perche si è auto accreditato, di un potere uni-personale e dittatoriale.

Non ultimo, sono inequivocabili, le chiare manifestazioni di asservimento dei consiglieri comunali, che con unica voce corale hanno identificato un tragitto, un percorso, una via,un baratro, politico chiaro ed inequivocabile, cioè la sudditanza assoluta.

Fino a quando il territorio Ortese, dovrà dare, dovrà sottomettersi, fino a quando dovrà subire, un uso personalistico del territorio, il quale è volto alla sola cementificazione incontrollata, o meglio, ci correggiamo, ora e nella fase di salvare gli scempi, le opere illegittime, le porcate, pur di salvarsi il proprio tesoretto .

Crediamo che, molti cittadini Ortesi debbano rendersene conto, valutando gli ultimi venti anni politici ad Orta e verificare, che sia dallo scettro di comando locale, che da quello Provinciale, nonché da quello Regionale, l’innominato, non ha prodotto, alcun che, di benessere e miglioria per questo territorio, anzi strade, fognature, parcheggi, verde, e quant’altro sono andati via via, riducendosi, scemando, annullandosi.

Alcuni componenti della maggioranza di ieri sono ancora presenti oggi, alcuni personaggi che ieri hanno deturpato il territorio a proprio utilizzo e tornaconto ora vogliono fare i puritani, gli idealisti, gli onesti, ma a questo punto noi diciamo che questo non va, andate via.

Chi ha messo, le mani, nella nutella o nella marmellata o nel miele, o qual si voglia dolce nettare, pensi che non può giudicare e decidere, auto dichiararsi di essere immacolato, si ricordi cosa ha prodotto, cosa ha fatto oppure cosa ha istigato a fare, quindi si guardi bene dal continuare a dare colpe a destra e a manca, si assuma le propri responsabilità morali, politiche e giuridiche.

Crediamo che la pressione, degli organi di Magistratura e delle rappresentanze dello Stato Italiano, sull’attività corrente, dell’attuale amministrazione, sia necessaria e legittima, anzi sia doverosa, poiché questi di oggi, sono gli stessi personaggi, che gestivano il potere politico dell’ultimo ventennio, ci riferiamo alle cariche chiave dell’amministrazione, ovvero alla giunta ed ai singoli cardinaletti, sia quelli nominati che quelli in pectore.

Crediamo che le mandrakate non siano più consentite a nessuno anzi, le richiesta di nomina di una commissione d’accesso da parte dell’amministrazione, cercando poi di dargli un indirizzo politico, attualmente non sia lecita, poiché non si debbono valutare gli ultimi due anni di amministrazione ma bisogna verificare gli ultimi venti anni, verificando cha ha accumulato ricchezze, chi ha accumulato palazzi chi ha accumulato tesoretti.

Ben venga lo scioglimento , ben venga l’azzeramento delle cariche istituzionali locali, almeno se Orta e gli Ortesi sono saggi sarebbe il momento di ricominciare a vivere, di voltare pagina, di cambiare.

Noi abbiamo piena fiducia nello Stato e rispettiamo l’operato della magistratura, anche se va continuamente, aiutata e indirizzata, nonché accompagnata nei meandri oscuri del palazzo di potere, difendendola dai voltagabbana di turno.

A voi la scelta: o il film ‘tutti a casa’ oppure il film ‘tutti dentro’ l’attore è sempre lo stesso ma le strade sono opposte. Meditate, meditate bene.
Il comitato promotore de La Destra, Orta di Atella

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico