Italia

Maxi evasione Iva da 112 milioni: coinvolte 17 società straniere

 BERGAMO. Una maxi evasione Iva per circa 112 milioni di euro quella scoperta dalla Guardia di Finanza di Bergamo, che coinvolge 17 societàstraniere ma con affari in Italia.

Dalle indagini delleFiamme Gialle è emerso che le società, pur avendo la propria sede legale all’estero, hanno commercializzato in Italia migliaia di tonnellate di materie prime (soprattutto polimeri e cellulosa) per un valore di 560 milioni di euro, evadendo la relativa Iva.

Le società estere individuate, tutte comunitarie, sono risultate risiedere in Cipro (3), Francia (3), Gran Bretagna (9), Irlanda (1) e Spagna (1). Le attività di polizia giudiziaria e quelle di verifica fiscale sono durate oltre tre anni e mezzo ed hanno permesso di contestare a persone di nazionalità inglese (3), francese (2), irlandese (1), polacca (1), tedesca (1) ed italiana (1), da tempo residente all’estero, reati commessi tra il 2004 ed il 2008 per omessa presentazione della dichiarazione Iva, infedeltà della dichiarazione Iva, occultamento o distruzione dei documenti contabili.

Il sistema di frodeè stato realizzato attraverso l’improprio utilizzo delle partite Iva italiane che, a richiesta delle societa’ comunitarie, sono attribuite dal Centro Operativo di Pescara dell’Agenzia delle Entrate per consentire la diretta fatturazione delle operazioni commerciali effettuate in Italia senza il tramite di un rappresentante fiscale nazionale.

L’operazioneè stata chiamata “999” perche’ tali partite Iva hanno la caratteristica di essere contraddistinte dalla serie numerica 999 prima dell’ultima cifra. In un caso una società, formalmente domiciliata in Irlanda ma operante stabilmente in Italia, ha sottratto all’imposizione diretta (Ires ed Irap) una base imponibile di oltre 62 milioni di euro.

Eseguiti anche dei sequestri per ‘equivalente’ per 4 milioni di euro e segnalati all’Agenzia delle Entrate valori da poter sottoporre a sequestro amministrativo per 80 milioni di euro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico