Home

Samp, Ferrara: “Spero che Procura Federale si comporti come con Maxi Lopez”

Ciro FerraraCiro Ferrara non ci sta. Il tecnico della Sampdoria, intervistato dall’emittente radiofonica “Radio Anch’io lo Sport”, accusa il Napoli di aver condizionato l’arbitraggio di Tagliavento con un comportamento scorretto durante l’intervallo.

“Mi sono reso conto della cosa, nel senso che ho sentito le proteste accese. C’è la Procura Federale che deve decidere, visto che è stata così attenta nello squalificare Maxi Lopez, saranno altrettanto bravi ora”.

Parole al veleno, a cui la Procura Federale deve dare una risposta. Al di là delle polemiche, Ferrara dà grande merito ai suoi per l’ottimo avvio di stagione: “La Sampdoria dall’inizio del campionato sta regalando ai suoi tifosi delle prestazioni di grandissimo livello. Ieri col Napoli è stata un’ottima gara, soprattutto perchè di fronte avevamo la prima in classifica. Il risultato ci condanna decisamente, ma abbiamo fatto vedere di essere in grado di giocarcela anche con una squadra così forte. E’ stata una sconfitta immeritata sotto tutti i punti di vista, ma le grandi squadre diventano tali perchè sanno sfruttare ogni occasione. Ieri abbiamo limitato tutte le loro fonti di gioco principali, purtroppo c’è stato un episodio sfavorevole che ci ha condannato”.

“Sono orgoglioso di allenare questa squadra. – continua l’allenatore blucerchiato – Tutti i giocatori sono molto giovani ed effettivamente avere così tanti punti di riferimento, nonché in classifica, è motivo di grande orgoglio. Tutti si sacrificano in campo ed è ovvio che sia così: se lo fanno giocatori come Cavani oRooney, lo devono fare tutti. Cerco di mettere in campo una squadra equilibrata, che vuole vincere ma senza regalare nulla agli avversari. Quindi normale che anche gli attaccanti debbano sacrificarsi per il bene del gruppo. Ieri ci mancavanoperni del gioco come Maxi Lopez, Maresca, Tissone,Pozzie Poli, ma in emergenza ho avuto grandi risposte. Questo a dimostrazione che posso contare su tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico