Sessa Aurunca - Cellole

Musica e Teatro ad agosto

 SESSA AURUNCA. Tempo di Jazz & Wine a Sessa Aurunca per la XV edizione a cura dell’Ars Nova con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura e spettacolo della città.

Nella suggestiva piazza Castello tre serate ad ingresso gratuito a partire dal 4 agosto con Aldo Basso Trio, il 5 “Semplicemente Napoli in jazz”, con la voce di Sonia Palmieri, il 6 agosto chiude Andrea Solarino Quartet. Durante le tre serate sarà possibile degustare gratuitamente i vini e i prodotti gastronomici locali in collaborazione con lo Slow Food del Massico e Roccamonfina. Per gli appassionati di teatro invece, dopo Enzo Moscato e il suo canto dell’animo con Toledo Suite, bisogna attendere il 9 agosto per vedere Il Conte Kevenhüller di e con Andrea Renzi, nel giardino vanvitelliano “A. Nifo”.

Chi ama invece andare a spasso nella storia, visite guidate gratuite a cura della Polidoro, tutti i martedì e venerdì pomeriggio, per scoprire il patrimonio storico artistico e archeologico del territorio aurunco. Non mancano gli appuntamenti con il teatro classico organizzati in Campania per il circuito Teatri di Pietra. La kermesse teatrale, ideata e organizzata da Capua Antica Festival e diretta da Aurelio Gatti, vedrà in questo 2012 coinvolti 5 siti: Villa Imperiale Pausilypon, a Napoli, e l’Anfiteatro Romano di Alife, il Teatro Romano di Teano, l’area archeologica del Monte Cila a Piedimonte Matese. Tredici le opere presentate in questa edizione, che vedranno in scena, tra gli altri, Elisabetta Pozzi, Paolo Graziosi, Ernesto Lama, Mariangela D’Abbraccio, Massimo Venturiello, Cinzia Maccagnano, Sebastiano Tringali, Virginio Gazzolo, il Maestro Domenico Nordio, accanto ad una fitta schiera di giovani artisti.

Tra questi ultimi segnaliamo Michele Casella in “Buonanotte Oreste, da Eschilo, Sofocle, Euripide, Ritsos, Hofmannsthal drammaturgia a cura dello stesso Casella il 7 agosto a Piedimonte Matese nel Parco Archeologico Monte Cila. Interessante e innovativa performance dove un letto, lenzuola di seta nere, cuscini ed una enorme pittoscultura da sfondo dell’artista Claudia Mazzitelli, rappresentano gli arredi di scena per un noir pronto a sorprendere gli spettatori. Un’occasione unica per scoprire l’alto casertano attraverso la cultura e le emozioni che regalano in combinazione gli antichi siti e lo spettacolo. Strada obbligata per un sistema turistico integrato di qualità.

Nella foto (di Gaetano Montebuglio): Casella in “Buonanotte Oreste”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico