San Marcellino

Degrado a Campo Mauro: allarme dei residenti

Anacleto ColombianoSAN MARCELLINO. Strade senza illuminazione pubblica per diversi giorni o addirittura settimane; immondizia sparsa per le strade tanto da invadere il passaggio; vecchi frigoriferi, lavatrici arrugginite e materassi dismessi fanno da guardrail.

Per non parlare degli escrementi di animali sparsi per le strade tanto da sembrare dei campi minati che procurano un odore maledettamente fastidioso per i residenti ed i passanti. Questa la situazione che si presenta lungo la strada che collega via Verdi del rione Campo Mauro con via Garibaldi di quello Santa Croce. Stanchi della pessima condizione, ancora una volta, i residenti dei rioni ormai abbandonati, si sono rivolti al leader dell’opposizione Anacleto Colombiano affinché si possa impegnare per una rapida risoluzione del problema.

Dopo aver personalmente constatato i disagi dei rioni Campo Mauro e Santa Croce, Colombiano ha dichiarato: “Si è arrivati ad un punto di esasperazione ed indecenza tale per cui non è più ammissibile accettare di vivere in una situazione così vergognosa per i cittadini e per la loro amministrazione. Si tratta di rispetto per il proprio paese, ma soprattutto per i propri concittadini. Bisognerebbe avere la bontà e la dignità di far funzionare ciò che in realtà dovrebbe essere un diritto per tutti: la sicurezza e l’igiene”.

“Campo Mauro e Santa Croce rappresentano due rioni importanti del nostro territorio – continua Colombiano – e non bisogna ritenerli tali solo come bacino elettorale. Dobbiamo smetterla di farli considerare residenti di serie B”. “Questa non è la prima e non sarà neppure l’ultima denuncia di tale incresciosa situazione a San Marcellino – incalza il leader di opposizione – però, nonostante le continue segnalazioni attraverso la stampa, nonostante l’aumento del personale addetto alla raccolta dei rifiuti solidi urbani, nonostante l’aumento delle tasse sui rifiuti e non solo, ancora non si è arrivati alla soluzione del problema. Si chiede, a questo punto, l’intervento della Corte dei Corti per un controllo su chi sta sperperando i soldi della collettività a danno della stessa”.

“Un invito a tutti gli amministratori ad adoperarsi per il bene comune, con l’augurio che possa esserci un risveglio delle coscienze. Il nostro paese – conclude Colombiano – è diventato il fanalino di coda di tutto l’agro aversano. Campo Mauro e Santa Croce, via Ugo Foscolo, via Spierto e via Macello rappresentano il fallimento di questa maggioranza. Ricordiamo che lo stesso OMS ci ha allertato parlando di un vertiginoso aumento, oltre la media nazionale, dei casi di cancro a pancreas e polmoni nelle nostre zone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico