Aversa

Dello Vicario: “Basta con le accuse al Pdl”

Giampaolo Dello VicarioAVERSA. “Non si può far passare il Pdl come l’elemento perturbatore di questa maggioranza”. Giampaolo Dello Vicario, capogruppo consiliare dei pidiellini, …

… non ci sta alle accuse di quanti, in seno alla stessa coalizione di centrodestra, sindaco Giuseppe Sagliocco compreso, hanno parlato di “richieste irresponsabili” da parte dei berlusconiani. Continua ancora, dunque, ad Aversa la discussione sulle presidenze delle sette commissioni consiliari. Questione che divide la maggioranza e che ha visto il sindaco richiamare all’ordine le forze che lo supportano. In particolare, il primo cittadino evidenzia che “in tempi contenuti si dovrà decidere sulla commissione bilancio visto che la sua funzionalità è necessaria per l’iter di approvazione dello strumento contabile”.

Ma, ritornando alle precisazioni di Dello Vicario, che in molti danno anche in lizza per una poltrona nell’esecutivo provinciale che il presidente Domenico Zinzi dovrebbe varare, l’avvocato aversano ha precisato: “Noi non abbiamo avanzato alcuna richiesta. Abbiamo solo chiesto che si determinasse un metodo per l’assegnazione. Quando sento che l’Udc chiede due presidenze mi chiedo quante, allora, dovremmo chiederne noi. Una proposta, ad esempio, potrebbe essere quella di dare una presidenza ad ogni forza politica di maggioranza, un’altra quella di decidere in proporzione secondo la consistenza dei gruppi consiliari. Noi non siamo affatto arroccati su posizioni preconcette e pretestuose”.

Quando, poi, gli si fa notare che il sindaco anche in questo caso intende forzare i tempi soprattutto in vista della scadenza per l’approvazione del bilancio preventivo per l’anno in corso, l’ex alleanzino conclude: “Credo che nel giro di questa settimana (le commissioni consiliari sono convocate per giovedì prossimo, ndr) la maggioranza sarà in grado di raggiungere un accordo senza ricorrere ad ulteriori strappi”.

Butta acqua sul fuoco il capogruppo dell’Udc Orlando De Cristofaro, secondo il quale “il partito sta facendo le sue valutazioni, ma non credo che le presidenze di commissione possano costituire elemento di rottura. Effettivamente, le trattative sono in una fase di stallo, ma siamo tutti consapevoli che un accordo deve essere trovato ed anche in tempi brevi. Quello che noto è che non ci sono chiusure precostituite e già questo è un grosso passo avanti da parte di tutte le forze che compongono questa maggioranza”.

Sulla stessa scia anche l’omologo di Noi Aversani, Rosario Capasso, che ha sottolineato come “non ci si può far fermare di inutili e vuote discussioni. Abbiamo il dovere di andare avanti con fatti concreti nell’interesse degli aversani e credo che anche su questo argomento, alla fine, nei tempi stabiliti, troveremo un’intesa che accontenti tutti”.

Intanto, l’FdA, dopo la defezione di Paolo Santulli, tenta di organizzarsi con un comitato che comprende: Adriano Pozzi (probabile segretario), Giuseppe Mattiello, Michele Serao, Lello Iorio, Mario Abate, Salvatore De Gaetano e Franco Papa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico