Sant’Arpino

Convegno sui Certamen Vergilianum Atellanum

 SANT’ARPINO. Domenica 27 maggio, alle ore 10.30, nella sala convegni del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” di Sant’Arpino, giornata conclusiva de I Certamen Vergilianum Atellanum,

… concorso riservato agli alunni del IV e V anno dei Licei Classici e delle scuole ad indirizzo classico delle provincie di Caserta e Napoli, organizzato dall’Associazione “Amici del Libro”, guidata dalla professoressa Assunta Rocco, per rafforzare l’importante rapporto che deve legare il mondo della scuola alla società civile. La manifestazione, realizzata con il patrocinio dell’amministrazione comunale – guidata dal sindaco Eugenio Di Santo – e degli assessorati alla cultura ed alla pubblica istruzione – retti da Giuseppe Lettera e Gianluca Fioratti – è stata articolata in due momenti: il primo, che si è tenuto il 24 maggio 2012, era riservato agli allievi delle scuole ad indirizzo classico, che si sono cimentati nella traduzione dal latino di un brano, tratto dall’Eneide di Virgilio ed opportunamente scelto dalla commissione giudicatrice; il secondo, invece, prevede un momento di approfondimento, curato da docenti e studiosi, sul rapporto avuto dal sommo poeta Publio Virgilio Marone, con la città di Atella. Previsto, infatti, un convegno dal titolo “Atella e Virgilio”, incentrato sul rapporto del poeta con l’amena cittadina campana che, secondo gli storici, ospitò la presentazione ufficiale delle “Georgiche” all’imperatore Augusto.

Dopo i saluti della presidente – Assunta Rocco, del sindaco – Eugenio Di Santo, e degli assessori Giuseppe Lettera e Gianluca Fioratti, interverranno, e risponderanno alle domande degli studenti, i docenti Alfonso Ambruoso, Giuseppe Lamberti e Giuseppe Limone. Nel corso della manifestazione, saranno proclamati i vincitori del concorso, a cui saranno consegnate delle borse di studio.

“La decisione di prevedere dei premi in denaro – riferisce la presidente Assunta Rocconasce dalla volontà dell’associazione di incentivare i giovani studenti, in modo tangibile ed oggettivo, affinché sviluppino la giusta e necessaria passione per la cultura classica e per lo studio dei fatti storici che hanno contribuito a creare la nostra attuale identità. Continueremo sicuramente a percorrere questa strada anche nelle nostre future iniziative”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico