Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Emergenza rifiuti, il Comune “scarica” il consorzio

Elpidio RussoCASAGIOVE. La giunta municipale, guidata dal sindaco Elpidio Russo, ha varato una delibera su “Emergenza rifiuti da ascrivere all’inadempienza del ‘Consorzio Unico di Bacino’ – atto di indirizzo”.

E’ la delibera numero 55, consultabile, in maniera completa, sul sito dell’Ente all’indirizzo www.comune.casagiove.ce.it. In relazione al problema rifiuti, manifestatosi in questi giorni sul nostro territorio, la giunta Russo ha approvato un atto in cui viene evidenziato che per salvaguardare il diritto alla salute ed igiene pubblica si intende ricorrere, sia pure in via transitoria, all’affidamento della gestione a soggetto diverso dal Consorzio unico di bacino, “…non ravvisandosi alcuna possibilità dì assicurare tale servizio pubblico essenziale nel rispetto della normativa vigente e delle direttive fornite da Regione e Provincia che impongono di continuare a servirsi del Cub”. Infatti, la questione rifiuti, a Casagiove, ha raggiunto livelli di allerta e, con l’approssimassi di un clima sempre più caldo, rischia di creare seri problemi di igiene. Si è deliberato di “impartire espressa indicazione operativa al Dirigente comunale dell’Area Ecologia, di provvedere, in attuazione del presente atto di indirizzo, a predisporre, ponendo in essere quelli di sua competenza, gli occorrenti provvedimenti finalizzati all’indifferibile rimozione dei rifiuti urbani giacenti sul territorio comunale, anche mediante ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti come indicate dall’articolo 191 del decreto legislativo numero 152/2006, al fine di garantire un adeguato livello dì tutela della salute, igiene e dell’ambiente nell’ambito del territorio comunale”.

“Le spese sostenute dall’Ente per far fronte all’emergenza rifiuti saranno portate a scomputo dall’importo delle prossime fatture emesse dal Consorzio nei confronti del Comune di Casagiove, e relative al servizio raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani”, si precisa nella delibera.

Contestualmente, il sindaco Russo ha inviato al commissario liquidatore del consorzio, Briamonte, all’Asl di Caserta e, per conoscenza, alla Prefettura, all’assessore regionale all’Ambiente, Romano, al presidente della Provincia di Caserta, Zinzi, ed al comando locale dei carabinieri, un atto di diffida ad effettuare il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti giacenti sul territorio comunale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico