Cesa

Lista civica “Progetto Democartico per Cesa”: ecco il programma

Domenico MangiacaparaCESA. Ampio e variegato il programma presentato dalla lista civica “Progetto Democartico per Cesa”.

Il gruppo, capeggiato da Domenico Mangiacapra, ha stilato il documento programmatico tenendo conto delle peculiarità del paese e dei bisogni della sua popolazione. In questo contesto lo scopo della iniziativa politica dovrà essere teso comunque a rendere moderno il nostro paese, a tutelare il territorio, a preservare storia e tradizioni.

“La varietà e la ricchezza del programma presentato della lista Progetto Democratico per Cesa, – ha affermato il candidato sindaco Mangiacapra – deriva dal fatto che è stata messa in campo una formazione che presenta persone di esperienza, sia amministrativa sia professionale, ma anche giovani che intendono mettono in campo la loro voglia di fare per una amministrazione comunale futura in grado di affrontare i problemi della città e che, insieme, hanno vagliato e deciso i punti cardine del nostro programma”.

Territorio. “Vogliamo contribuire a realizzare una città che sia viva, che sia solidale, dove la partecipazione dei cittadini alle scelte sia un punto di forza. Una città dove ognuno è protagonista, cercando di far comprendere che l’unione, la cooperazione tra energie vive è l’elemento centrale di un paese in grado di saper rilanciare se stesso e la propria immagine”.

Sviluppo. “I prossimi anni dovranno vedere impegnata l’amministrazione comunale nel cercare di lavorare per creare condizioni di rilancio del commercio, delle attività produttive in genere, per il recupero delle tradizioni, promuovendo progetti concreti per il definitivo avvio di un programma che vede al centro il vino asprinio e le grotte, attraverso una valutazione delle risorse territoriali”.

Lavoro e Occupazione. “Questa azione complessiva deve tendere a creare condizioni per creare nuova occupazione. Si ritiene che un impulso in tal senso potrà essere offerto anche dall’avvio del Peep, ma anche, per quanto riguarda l’aspetto urbanistico, bisognerà avviare il Puc. Si dovrà rivitalizzare il commercio, attraverso un progetto serio, come può essere il centro commerciale naturale”.

Bilancio e Trasparenza. “L’amministrazione comunale dovrà essere trasparente, con l’attuazione di una democrazia partecipata. Si dovrà continuare a fare in modo che le politiche di bilancio rispettino il patto di stabilità, combattendo l’evasione fiscale e l’elusione”.

Tutela dell’ambiente. “Attenzione particolare dovrà essere rivolta all’ambiente ed il territorio, tenendo ben presente, ad esempio, l’obiettivo di valorizzare e recuperare la zona “Arena”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico