Pomigliano d’Arco - Castello di Cisterna

Alenia, corteo a Napoli contro piano industriale: c’è anche De Magistris

AleniaNAPOLI.Corteo a Napoli promosso da tutte le sigle sindacali contro il piano industriale Alenia. Alla manifestazione,secondo le stime fornite dai sindacati,circa 3mila lavoratori in rappresentanza degli stabilimenti di Casoria, Pomigliano, Nola e Napoli Capodichino dove si è registrata un’adesione dell’80%.

Il corteo è partito da piazza Mancini per raggiungere il palazzo della Provincia, in piazza Matteotti, attraversando il corso Umberto e via Sanfelice. “Dopo le manifestazioni di Pomigliano e Casoria, siamo qui a Napoli per far sentire anche al capoluogo campano il peso della situazione che si è determinata per i lavoratori di Alenia. Qui c’è tuo il sindacato unito per scongiurare che il polo aerospaziale campano venga depauperato”. È il commento del leader della Uilm Campania, Giovanni Sgambati, che sta partecipando alla manifestazione-sciopero di protesta dei lavoratori Alenia in corso a Napoli. “Ho fiducia che con l’impegno di tutti i livelli istituzionali – aggiunge Sgambati – si possa arrivare risultati concreti e visibili sapendo che è aperto un confronto sindacale con il management e che riteniamo che vada concluso in tempi brevi assicurando maggiori certezze al consolidamento occupazionale ed industriale dell’area campana”.

Grossi petardi sono esplosi a ripetizione davanti alla sede della Provincia di Napoli, in piazza Matteotti, da alcuni manifestanti che stavano partecipando al corteo. Al corteo è intervenuto anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che con un megafano ha gridato: “La classe operaia non deve morire, Alenia non può chiudere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico