Orta di Atella

Il provveditore inaugura nuovo anno scolastico alla “Stanzione”

 ORTA DI ATELLA. Sabato 10 settembre, la scuola secondaria di primo grado “Stanzione” ha ufficialmente dato l’avvio al nuovo anno scolastico con una cerimonia di apertura ricca di interventi.

Ospiti della dirigente Arcangela Del Prete, erano il vicesindaco Giovanni Sorvillo, l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Mozzillo, l’assessore allapubblica istruzioneRosa Minichino, la dirigente della scuola primaria Maria De Marco, Don Paolo Gaudino e Don Roberto Comune.

Pur non potendo essere presente per inderogabili impegni, il direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Caserta Maurizio Piscitelli, non ha voluto mancare di far giungere alla scuola un messaggio di auguri rivolto agli studenti, ai genitori e al personale della scuola. La dirigente Del Prete, salutati i presenti, espone le novità che riguardano la struttura scolastica, un’ala della quale è stata riservata ad accogliere alcune classi della scuola primaria; sono stati commissionati, inoltre, imminenti interventi di miglioramento degli ambienti, possibili anche grazie all’ammissione della scuola ai finanziamenti europei.

La manifestazione è stata anche un’occasione per presentare il libro-raccolta di poesie e racconti “Scrittori a Scuola” prodotto dalla “Stanzione” e realizzato con gli elaborati degli alunni dei laboratori di scrittura creativa. La Dirigente esprime, quindi, l’augurio di un buon anno scolastico agli alunni che iniziano il nuovo ciclo di studi secondario. In particolare si rivolge ai genitori esortandoli a seguire costruttivamente e con costanza i propri figli in questo percorso di crescita e formazione, anche quando ciò richieda impegno e fatica; abituandoli al rispetto delle regole e ad adempiere ai propri doveri, soprattutto attraverso il buon esempio, non dimenticando mai che un figlio educato in totale mancanza di rigore e di disciplina è destinato all’insuccesso e al fallimento e, dunque, all’infelicità.

 “Dalla dedizione e dall’impegno con cui i vostri figli si dedicano oggi allo studio – continua la Dirigente -, dipenderà il loro successo e la loro serenità futura, nonché la loro capacità, un domani, di contribuire con il loro lavoro e il loro genio al progresso della comunità civile di cui faranno parte. La scuola farà la sua parte nel trasmettere conoscenze e nel favorire l’acquisizione di abilità che consentiranno agli individui di interagire criticamente e costruttivamente con la realtà circostante, ma il suo impegno non potrà avere esito positivo senza il coinvolgimento diretto tutte le forze migliori della società: famiglia, scuola, chiesa, istituzioni che devono attivamente partecipare, nel rispetto dei rispettivi ruoli, al raggiungimento di un unico grande obiettivo: favorire e salvaguardare la realizzazione di persone nella loro integrità umana e spirituale, come futuri cittadini, edificatori di un mondo migliore”.

In sintonia, con le parole della preside Del Prete sono stati gli interventi seguenti: La dirigente De Marco ha insistito sulla necessità di rispettare le regole a tutela della libertà di ciascuno intesa come salvaguardia dei diritti individuali e rispetto dei doveri. L’assessore Minichino e l’assessore Mozzillo hanno ribadito l’impegno della Giunta a continuare a sostenere e a collaborare alla soluzione dei problemi che interessano le scuole del territorio. Don Paolo ha invitato i presenti a riflettere sulla necessità di progettare il proprio futuro e di agire per il bene della di se stessi e della collettività. Don Roberto ha richiamato l’attenzione dei genitori ad aver maggiore cura della bellezza interiore dei propri figli su quella esteriore.

Chiude gli interventi il vicesindaco Sorvillo sottolineando la responsabilità degli adulti in generale e di tutte le istituzioni di fare in modo che le nuove generazioni siano preparate ad agire nel senso di un miglioramento della società. Sono seguite le premiazioni degli alunni Cinquegrana Rossella, Napolitano Antonietta, Donato Setola e Iovinella Fabiana che, nel corso del triennio, si sono distinti per responsabilità nel comportamento e dedizione allo studio, ottenendo il massimo dei voti. Quest’anno, per la prima volta, oltre a un attestato di merito, gli alunni  meritevoli hanno ricevuto un buono di 50 euro messo a disposizione da uno sponsor. Ancora, la dirigente Del Prete ha voluto elencare i tanti alunni e alunne che nell’anno 2010-2011 si sono distinti per meriti di solidarietà, sportivi e artistici in varie manifestazioni, gare, iniziative, attività extracurriculari ecc., un elenco troppo lungo da riportare qui ma che dà il segno di quante eccellenze sono presenti nel territorio.

La cerimonia è stata, infine rallegrata, da un balletto eseguito dai ragazzi del laboratorio di ballo diretto dalla professoressa Luisa Lorello. Come gesto simbolico, è stata fatta librare una piccola mongolfiera quale immagine ideale di una scuola che, nonostante la sua fragilità e per quanto sia condannata ad essere sballottolata un po’ qui un po’ là dal variare delle temperie, continuerà a volare alto diretta al raggiungimento dei suoi obiettivi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico