Caserta

Conurbazione Casertana, la Consulta traccia il bilancio

 CASERTA. “Mettere volontariamente al servizio delle comunità della Conurbazione Casertana la propria professionalità ed esperienza per ideare, proporre ed avviare progetti mirati allo sviluppo economico e sociale del territorio sfruttando al massimo, nella cornice del ruolo delle istituzioni …

… la capacità di investimento dei privati e riducendo l’onere per i bilanci pubblici”. Queste le parole con cui il presidente di Consulta Caserta, ingegner Fulvio Campagnuolo, ha riassunto gli obiettivi e lo spirito con cui è stata costituita l’associazione. La Consulta della Conurbazione Casertana nasce come ‘gruppo di interesse’ spontaneo ed apartitico che intende condividere, democraticamente, una piattaforma relazionale volta ad esercitare un’azione di partecipazione organizzata ed informata, con l’obiettivo di confrontarsi con tutte le organizzazioni ed istituzioni del territorio per la promozione e la diffusione di una concreta e significativa azione costruttiva finalizzata ad un rapido decollo dell’economia e dell’immagine di un territorio ricco di potenzialità ed eccellenze e con il preciso intento di rinnovare l’ immagine del contesto Casertano.

L’utilizzo tempestivo ed appropriato delle esperienze maturate sul campo, in ogni disciplina e settore, ed il continuo confronto consentirà di cancellare una buona fetta di “costi della non-qualità” ma, soprattutto, di perseguire risultati operativi concretamente realizzabili. La consulta guarda così ad una nuova generazione di Volontari Civici Professionali provenienti dai Quadri della Pubblica Amministrazione, dai mondi dell’Università, della Scuola, dell’Impresa, delle Professioni e delle Arti che si rendano disponibili a condividere, nei Team di Progetto Multidisciplinari costituiti nella Consulta, il proprio know how e tempo lavoro.

I Volontari Civici Professionali si riconoscono nella tradizione di quel volontariato che, sotto la guida di leader casertani come Roberto Forlani, fu protagonista delle epopee dei terremoti e dei campi di lavoro internazionali. Stessa sostanza ma con strumenti diversi: Know How professionale e Information Technology al posto della vanga e della carriola, ma con lo stesso spirito di servizio.

La Giunta Esecutiva della Consulta, di cui fanno parte il Presidente ingegnere Fulvio Campagnuolo, l’ammiraglio Pio Forlani, il presidente dei giovani imprenditori di Confindustria Caserta Enzo Bove, il dirigente scolastico Adele Vairo, l’architetto Raffaele Cutillo, l’avvocato Antonio Tisci, il commercialista Massimiliano Farina Briamonte, il vicepresidente vicario di Confcommercio Campania Mario D’Anna, sta gia’ impostando progetti di rilevanza sociale, culturale ed economica per lo sviluppo della Conurbazione casertana.

Diverse le iniziative già intraprese in pochi mesi da Consulta Caserta tra le quali i “tavoli di lavoro” tenutisi presso la sede del Consiglio Regionale della Campania alla presenza del presidente Paolo Romano e l’Assessore all’Urbanistica e Governo del Territorio Marcello Taglialatela; il sostegno a PMI Campania per l’organizzazione del III Seminario Scientifico in materia di sicurezza sul lavoro; la realizzazione con la Curia di Caserta di “Estate con noi”, laboratorio creativo per i bambini casertani dai 6 ai 13 anni.

Di particolare contenuto scientifico e sociale le prossime iniziative: 28 ottobre 2011 Convegno “Riqualificazione e sviluppo nelle Buffer Zones del World Heritage: La Gran Place della Reggia di Caserta” nel Teatro di Corte della Reggia Vanvitelliana; corsi gratuiti per giardinieri e botanici d’ambiente e per animatori socio culturale. Per presentare la Missione e il piano delle prossime attività per il 2011, il Presidente Ing. Fulvio Campagnuolo e la Giunta Esecutiva della Consulta incontrerà i soci e gli interessati al Volontariato Civico Professionale nel corso di una manifestazione pubblica ospitata alle ore 19 del 29 settembre, dal Contemporaneo in Via Mazzini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico