Campania

Esplode un negozio nel casertano: l’ombra del racket

 CASERTA. “Prezzi Pazzi”, un negozio di casalinghi e per l’igiene della casaè saltato in aria in seguito a un scoppio provocato da un incendio di origine dolosa.

E’ successo durante la notte, intorno alle 3, su Corso Umberto I a Villa Di Briano. L’esplosione ha provocato la distruzione delle saracinesche del negozio, ma anche l’intero locale e’ stato ridotto in cenere dal fuoco che ne e’ poi derivato. I solai della struttura sono caduti. Al piano superiore si trova un’abitazione in fase di costruzione ancora disabitata, mentre a pochi passi dal negozio si trova una scuola e un’agenzia di pratiche auto, che hanno subito entrambe piccoli danni a causa dell’esplosione.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Aversa che hanno impiegato tutta la notte per spegnere l’incendio. Si tratta, quasi certamente, di fiamme appiccate con l’utilizzo di un grosso quantitativo di benzina.

Le stesse fiamme, poi, miscelate con i prodotti chimici in vendita, hanno provocato un grosso scoppio. Certa la pista del racket delle estorsioni, anche se non si escludono altre ipotesi. La titolare dell’esercizio, M.B., 28 anni, di Villa di Briano, ma originaria di Casal di Principe, ha escluso, quando è stata sentita dai carabinieri del Nucleo Territoriale di Aversa, diretti dal capitano Domenico Forte, di aver ricevuto richieste di pizzo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico