Aversa

Consuntivo e debiti fuori bilancio: è di scena il Consiglio

 AVERSA. Approvazione del conto consuntivo 2010, equilibri di bilancio 2011, riconoscimento debiti fuori bilancio, variazione di bilancio.

E’ una seduta di consiglio comunale tutta basata su argomenti contabili, quella convocata per venerdì pomeriggio. Una seduta che ha, comunque, pure un’aspettativa dal punto di vista politico, in quanto è la prima a tenersi dopo l’ennesimo ricomponimento delle diverse anime che compongono il Popolo della Libertà con la sostituzione in giunta di Giampaolo Dello Vicario e Gino Della Valle con Michele Galluccio e Carlo Amoroso.

A loro volta i due consiglieri comunali verranno sostituiti nell’assise cittadina da Ivana Niccolò, prima dei non eletti nella lista di Alleanza Nazionale, Galluccio e da Gennaro Caserta, primo dei non eletti nelle fila di Forza Italia, Amoroso. Due ingressi che non dovrebbero modificare gli equilibri tra le forze presenti in consiglio, anche se qualcuno ha ipotizzato simpatie “sagliocchiane” per Niccolò. Tra gli argomenti contabili, argomento aggiuntivo quello della variazione di bilancio. “Si tratta – ha dichiarato l’assessore al ramo Pasquale Diomaiuta, Udc – di un appostamento a titolo precauzionale di duecentomila euro per una sentenza per danni da infiltrazioni di acqua nei confronti di un condominio.

Un’operazione che possiamo fare grazie all’avanzo di bilancio 2010”. Da parte sua l’assessore al contenzioso Alfonso Oliva ha sottolineato che “il Comune ha appellato la sentenza e l’accantonamento è fatto a titolo puramente cautelare in attesa dell’esito del secondo grado di giudizio”.

Per quanto riguarda l’approvazione del conto consuntivo 2010, Diomaiuta evidenzia la positività dell’avanzo di bilancio, che si aggira intorno ai 20 milioni di euro. “Abbiamo rispettato anche per il 2010 – ha continuato l’esponente Udc – il patto di stabilità e siamo in linea con il relativo bilancio di previsione. Ovviamente, gli investimenti sono stati più bassi di quelli previsti perché dipendevano da trasferimenti di fondi che, però, non ci sono stati, come, ad esempio quelli per Più Europa. Non abbiamo, comunque, particolari preoccupazioni, tanto che abbiamo anche stanziato un milione di euro per la manutenzione straordinaria di strade e piazze e cinquecentomila euro per la manutenzione dei parchi”.

Debiti fuori bilancio, infine, per poco meno di 200omila euro, con una spesa di novantamila euro per le riparazioni necessarie per ripristinare via Giotto a seguito di infiltrazioni. La restante parte fa capo a numerose sentenze di piccolo importo per “insidie e trabocchetti” stradali. A questo proposito, l’assessore Oliva ha sottolineato che tutte le sentenze che vedono soccombente il Comune sono onorate entro 120 giorni senza che si giunga al precetto, gravando l’ente di ulteriori spese. Lo stesso Oliva ha, infine, ricordato che, grazie ad un chiarimento con i giudici di pace, le richieste di risarcimento in questo settore vengono prese in considerazione solo se c’è stata la constatazione di agenti delle forze dell’ordine al momento dell’accaduto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico