Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Scalzone: “Svelerò il vero volto dei dimissionari”

Antonio ScalzoneCASTEL VOLTURNO. “Basta leggere chi sono i firmatari e si scoprono le ragioni della mia sconfitta, la sconfitta della città”.

E’ dura la reazione di sindaco Antonio Scalzone, sindaco sfiduciato di Castel Volturno, a poche ore dalle dimissioni in massa dei consiglieri comunali che hanno provocato lo sciogliemento del Consiglio. “Un gruppo di persone – continua Scalzone – che si uniscono per un unico scopo: ricattare oppure a casa, non voler rispettare la legge e pretendere di portare a casa, o meglio, in famiglia il risultato di ‘grandi ideali’ e per il bene dei familiari, e le richieste di altri soggetti di posti di lavoro, approfittando del ruolo affidato da gente in buona fede e che ha pensato di votare per il bene della città”.

“Un altro momento triste per Castel Volturno.- aggiunge Scalzone -Individui della prima Repubblica che godono assieme a giovani in cui molti avevano creduto che potessero rappresentare il nuovo e la nuova politica. Sltro che prima Repubblica, preferisco coloro che nell’oscurità, ma non troppo, hanno tramato fin dal mio insediamento per poter mettere le mani sul Piano Regolatore che gli abbiamo dimezzato, sul Porto e soprattutto per evitare che Castel Volturno potesse tornare alla normalità e liberarsi definitivamente da personaggi noti. Nove consiglieri che firmano insieme ad un abusivo consigliere e suo cognato che scelgono di mandare a casa il sindaco per mantenere la poltrona al consigliere ineleggibile. Nei prossimi giorni faremo operazione verità, vi dirò chi sono con prove testimoniali, altro che politica. Queste persone quando si ripresenteranno a chiedere nuovamente il consenso, gli elettori dovranno sapere bene chi sono”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico