Orta di Atella

Urbanistica, il Forum respinge le critiche di Piccirillo e Di Micco

 ORTA DI ATELLA. Da circa quattro anni il solo ed unico convegno che sia stato organizzato, proposto e realizzato sul tema dell’urbanistica è stato quello fortemente voluto dal “Forum delle Associazioni”.

Ci sentiamo, ovviamente, coinvolti e sorpresi dalle affermazioni dei due consiglieri comunali (Piccirillo e Di Micco), che nel manifesto di giustifica del loro abbandono dei banchi della maggioranza, ad un certo punto, affermano testualmente a proposito della delicatissima questione Urbanistica: “Non c’è più tempo per continuare ad illudere la cittadinanza con convegni inutili privi di contenuti seri, fatti di slogan elettorali, ma che non evidenziano alcuna proposta concreta”.

Ci sembra doveroso, a tal proposito, per puro spirito di verità e non per semplice vanagloria, ricordare ai due consiglieri, così come a tutti, che il nostro principale nonché unico intento nel promuovere “l’inutile convegno” era e resta quello di far sì che ad Orta di Atella le forze di maggioranza quelle di minoranza nonché la società civile cominciassero a discutere su questo delicatissimo tema che è appunto l’Urbanistica, argomento che sembrava essere misteriosamente e pericolosamente caduto in un profondo oblio.

A giudicare dalla partecipazione così massiccia di addetti ai lavori e gente comune, l’obiettivo sul quale puntavamo, sembra essere stato raggiunto in modo egregio e non si capisce come e perché esso sia diventato uno dei motivi per il quale due autorevolissimi esponenti della maggioranza abbandonano i loro posti per andare a sedere al momento non si sa ancora dove; eppure uno di questi consiglieri è stato un fattivo collaboratore, a cui va il ringraziamento per l’ottima riuscita del convegno.

A scanso di equivoci e di strumentalizzazioni contingenti ed obbligate, ribadiamo ancora una volta che il nostro principale impegno resta quello di cercare di far si che il tema dell’Urbanistica diventi finalmente uno dei principali temi sui quali discutere. In qualunque modo ed in qualunque sede (tranne i salotti) purché lo si faccia seriamente e con chiaro intento di dare una volta per tutte delle definitive e concrete risposte a tutti coloro che ormai da tempo le attendono a partire dalla popolazione che ne sta subendo le pur drammatiche conseguenze a tutti gli operatori del settore, alle maestranze edili, alle imprese fino ai tecnici del settore che stanno vivendo tutti questo difficilissimo momento di forte crisi economica.

E’ il momento nel quale ognuno deve svolgere al meglio il proprio compito ed il proprio ruolo, in maniera responsabile. Soprattutto la politica. Noi cercheremo, partecipando ed organizzando dibattiti, convegni, etc., di dare impulsi, idee, indicazioni, che ci consentono di sentirci utili al nostro paese ed anche protagonisti e non spettatori del nostro futuro. Noi abbiamo fatto la nostra scelta, responsabile e ponderata, e stiamo facendo la nostra parte. Non ci siamo fatti scoraggiare dalle critiche, dall’indifferenza e dallo scetticismo interessato e disfattista, e siamo andati avanti portando a termine il nostro impegno e centrando il nostro il nostro obiettivo. Abbiamo comunque fatto in modo che la problematica fosse portata su quel traguardo oltre il quale non abbiamo più competenza.

Adesso la palla passa alla politica, la maggioranza e minoranza ed in particolare all’amministrazione e al Sindaco che ringraziamo per l’attenzione prestataci e per le risposte date e gli impegni presi, ed alla quale conferiamo comunque la nostra disponibilità. Metteremo in campo tutte le nostre conoscenze le nostre capacità e il nostro entusiasmo. Il territorio è nostro lo conosciamo perfettamente, come perfettamente conosciamo, le sue risorse e le sue ferite.

L’unica cosa che proprio non siamo in grado di fare (oltre ovviamente i miracoli) è obbligare la classe politica o almeno una parte di essa, ad essere responsabile e mettere da parte personalismi sterili e dannosi per il nostro paese. E’ bene che sul tema dell’Urbanistica il dibattito resti sempre acceso ma è altrettanto fondamentale che si abbia il coraggio di condividere e soprattutto che si abbia il coraggio di adottare scelte sagge ancorché coraggiose.

IL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico