Campania

Mazzarri: “Ho un Napoli ancora più forte”

Walter MazzarriNAPOLI.“L’anno scorso ho detto che non avevo mai avuto una rosa così forte. Quest’anno ne ho una è ancora più competitiva”.

Walter Mazzarri è pronto a ripartire con un Napoli ancora più forte. La formazione partenopea è chiamata a confermarsi dopo lo strepitoso campionato 2010-2011 chiuso al terzo posto. “Non parlo di obiettivi, lo sapete. Dove possiamo arrivare non lo so, ma posso garantire una cosa ai tifosi: dirò ai ragazzi di dare sempre il massimo in campo per cercare di arrivare quanto più in alto sarà possibile”, dice il tecnico toscano nel ritiro di Dimaro. “Così come ho fatto in questi due anni, voglio dalla squadra la convinzione di potercela giocare contro chiunque. Nei miei intenti c’è sempre quello di strabiliare, ma questo lo potrà dire solo il campo”, aggiunge.

La società è stata molto attiva sul mercato. “Sono contento della campagna acquisti, ho avuto i rinforzi giusti in breve tempo. Questa squadra ha già una sua anima definita ed ora i nuovi arrivati entreranno nello spirito che ha il nostro gruppo”, dice il tecnico. “Ho indicato i ruoli ed il numero di giocatori da avere in rosa per una stagione molto impegnativa. È importante che i nuovi siano arrivati sin dal primo giorno perchè devono integrarsi subito nelle nostre dinamiche non solo tattiche ma anche di mentalità”, spiega ancora. “Qui il gruppo è al di sopra di tutto. Chi viene a Napoli deve pensare di fare la migliore stagione della carriera. Per me le motivazioni sono fondamentali. Quelli che sono arrivati devono sapere che voglio da loro l’umiltà per entrare in un gruppo che ha conquistato sul campo l’ingresso in Champions League”.

Le motivazioni sono importanti anche per chi già era azzurro e per chi, magari, è nel mirino di altri club. “Hamsik? Ho parlato con lui, so come la pensa. È un ragazzo che darà il massimo ed è molto motivato. È sereno ed è contento di restare a Napoli”, dice Mazzarri.

Le frizioni con la società, che hanno movimentato la primavera, sono un lontano ricordo. “Il presidente ed io ci siamo parlati faccia a faccia con grande chiarezza – dice il tecnico – Da quando c’è stato quel confronto il nostro rapporto si è rafforzato. Siamo in linea su tutto ed ho avuto le risposte che cercavo”.

Infine, menzione speciale per Cristiano Lucarelli. L’attaccante, in scadenza di contratto, è stato confermato dopo un’annata condizionata da un grave infortunio. “Sono felice per Lucarelli. Il presidente mi ha ascoltato e mi ha accontentato. Per me lui è il giocatore che meglio si adatta ad una certa mia idea tattica ed è stata una scelta che ho fatto secondo una logica precisa. E non dimentico che il suo assist nell’azione del gol di Cavani con la Lazio fu determinante”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico