Sant’Arpino

Pd: “La ‘favola’ dei socialisti”

PdSANT’ARPINO. Solo la fantasia di “Pinocchio, il gatto(i) e la volpe” avrebbe potuto inventare la favoletta di Sant’Arpino rigenerato dalla giunta del “sindaco muto Di Santo” con provvedimenti “trasparenti”, che “stanno lasciando il segno”.

Bisogna vedere di che segno si tratta! Intanto, ricordiamo al fantasioso trio che se Sant’Arpino è quello che è, rispetto alle realtà viciniori, lo deve essenzialmente al lavoro svolto dalle precedenti amministrazioni, che con quattro opere fondamentali, rete del gas, circumvallazione, parco archeologico, ampliamento cimitero comunale, hanno sì lasciato un segno concreto e reale di iniziative, progettualità e realizzazione sul cui patrimonio l’attuale Giunta, la peggiore in senso assoluto della storia di Sant’Arpino, sta campando di rendita, con l’ordinaria amministrazione, e peggiorando il disegno progettuale iniziale.

Va detto che negli ultimi tempi abbiamo notato una costante presenza comunicativa dei cosiddetti “Socialisti” nel tessere l’elogio degli attuali amministratori fino al punto di diventare patetici, infatti è abbastanza chiaro lo scopo perché costoro a fare determinate affermazioni. E lo fanno con lo stesso entusiasmo con il quale Pinocchio si fece convincere a seminare le quattro monete nel “campo dei miracoli”.

Igatti fanno finta di intendere che la trasformazione urbanistica, voluta dalla giunta Di Santo, va nella direzione della “social house”, ma in effetti sanno molto bene che solo sulla carta sono interventi per costruire case, ma nella realtà sono interventi per favorire soprattutto qualche costruttore (la volpe sic!) a loro molto vicino il gatto(i). E vogliamo sottolineare come tali delicati operazioni stanno avvenendo nella più assoluta clandestinità e senza coinvolgere i cittadini che vengono tenuti all’oscuro di tutto!

E, allora, rivolgiamo un appello ai “rappresentanti dei Socialisti” (?!) di Sant’Arpino affinché si facciano promotori di un’iniziativa per avviare un confronto trasparente sulla questione del “Piano casa”, per evitare che anche a S.Arpino sia lasciato un “segno” indelebile a vantaggio di pochi e a discapito della collettività. Il Partito Democratico è pronto a confrontarsi e a dare, come sempre, un contributo positivo e nel rispetto degli interessi generali e della legalità!

Il coordinamento Pd di Sant’Arpino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico