Carinaro

“Fuga” dal Consiglio, dopo Sglavo lascia anche De Chiara

Maria Grazia De ChiaraCARINARO. Solo dopo ventiquattro ore dalle dimissioni dell’ormai ex vicesindaco Angelo Sglavo, sul tavolo del sindaco Mario Masi è arrivata anche la lettera di Maria Grazia De Chiara, con la quale la dottoressa ha annunciato il suo ritiro dal consiglio comunale.

Per motivi “personali, familiari e professionali” – si legge nella breve missiva consegnata al Comune martedì mattina – la dottoressa si è dimessa dal suo ruolo di assessore (aveva le deleghe alla cultura, alla pubblica istruzione, all’edilizia scolastica, alla formazione e ai servizi sociali), ma anche da consigliere comunale. Motivazioni, queste, che il sindaco ha accolto con “stupore”.Nessuno, infatti, si aspettava questa decisione e comunque non il giorno dopo le dimissioni di Sglavo e dopo l’incontro (voluto d’urgenza dal sindaco e tenutosi lunedì sera proprio per discutere del nuovo assetto in Consiglio) al quale la dottoressa ha partecipato senza annunciare né accennare neppure alla sua decisione. Un fulmine a ciel sereno, dunque, per il primo cittadino e probabilmente anche per gli altri esponenti del gruppo consiliare, ma sulla quale la dottoressa stava già riflettendo da qualche tempo.

“Ho solo capito, dopo le dimissioni di Sglavo, che era giunto il momento per lasciare il Consiglio. – ha detto la De Chiara – Ci pensavo da parecchio tempo perché la politica in genere mi ha nauseato”. Nessun altro commento né altra spiegazione ha voluto dare l’ex assessore, che non ha replicato alla domanda relativamente a qualche progetto (presumibilmente la stabilizzazione mai avvenuta di alcuni Lsu) non andato in porto.

Intanto, mercoledì 29 giugno si terrà un interpartitico per decidere la data del prossimo Consiglio durante cui si procederà alle due surroghe. Dovrebbe tenersi il prossimo 6 luglio (il termine massimo entro il quale dovrà essere convocato è comunque il 7 luglio). In quella data entreranno in Consiglio Armando Lunello, nipote dell’ex consigliere comunale Giustino Lunello, e Giovanni Parente, già consigliere comunale nella precedente amministrazione Masi (2004-2009).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico