Ottaviano

Festival Impegno Civile, Lucariello in concerto nelle Terre di Don Diana

LucarielloCASERTA. Il Festival dell’Impegno Civile, l’unica rassegna interamente realizzata nei beni confiscati alla camorra, …

… promosso dal Comitato don Peppe Diana e l’associazione Libera coordinamento di Caserta, giunge alla quarta edizione e avrà luogo nelle province di Napoli e Caserta dal 10 giugno al 30 luglio. Incontri, dibattiti, concerti, presentazioni di libri, mostre, spettacoli teatrali, degustazioni di prodotti realizzati sui terreni confiscati alle mafie rappresenteranno la colonna vertebrale di una rassegna che vuole illuminare l’impegno di comunità educative, solidali e sane che operano in territori laboriosi di rinnovata identità dal passato opulento e dal futuro incerto che però va programmato e costruito. Casalnuovo, Baia Verde, Napoli, Ottaviano, Castel Volturno, Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa e Sessa Aurunca le tappe di un percorso dove interverranno parenti delle vittime innocenti di camorra, attori, musicisti,artisti, cantanti, mediatori culturali, uomini e donne in rappresentanza dell’economia etica e sociale, rappresentanti della politica, giornalisti, docenti, magistrati, scrittori, sacerdoti e produttori.

Promuovere le Terre di don Peppe Diana significa sostenere il suo popolo nell’impegno faticoso del cambiamento possibile. Vuol dire unire le sinergie positive per lavorare al riscatto culturale, sociale ed economico di un territorio che non vuole essere terra di camorra; favorendo e valorizzando le capacità, i talenti e le sensibilità in loco e collegandole stabilmente con le forze sane nazionali ed internazionali.

TAPPA CASTEL VOLTURNO. Il Festival dell’Impegno Civile giunge a Castel Volturno per iniziare, così, la fase centrale dell’intera rassegna. Una due giorni ricca di appuntamenti lì dove ha iniziato a muovere i primi passi la cooperativa “Le terre di don Peppe Diana” in quella che un tempo fu la masseria del re del contrabbando Michele Zaza. Economia sociale e sviluppo per costruire un nuovo “modello Caserta”, presentazione di libri, spettacoli teatrali con Tiziana Di Masi e Ida Dalisi , degustazioni di prodotti tipici con Slow Food e di prodotti realizzati sui terreni confiscati alle mafie con la Nuova cucina Organizzata, l’inaugurazione di un’aula multimediale grazie al contributo concesso da Filca Cisl e il concerto conclusivo del rapper napoletano Lucariello. Due giorni da vivere completamente su un bene confiscato dove da molto tempo si sta costruendo un vero e proprio modello Caserta pensando, onestamente, ad un’economia etica che possa offrire alternative concrete ad una comunità da troppo tempo schiava e soggiogata dal potere criminale.

CASTEL VOLTURNO

1-2 luglio

c/o la Coop. Le Terre di Don Diana – LIBERA Terra

Via P.Pagliuca Trav. Via del Cigno

IL PROGRAMMA
“L’Antimafia che si mangia”1 luglio ore 18.00

Tavola rotonda “Responsabilità e Sviluppo – per un nuovo modello Caserta”

Don Vinicio Albanese (Presidente Comunità di Capodarco); Antonio Amato (Presidente Commissione Regionale sui beni confiscati); Michele Buonomo (Presidente Legambiente Campania); Cristiana Coppola (Vice Presidente Confidustria); Tommaso de Simone(UnionCamere Campania); Carmine Gambardella (Preside Facoltà di Architettura “L.Vanvitelli” Seconda Università di Napoli); Tano Grasso (Presidente Fai); Raffaele Marino (Proc. Agg. Torre Annunziata); Franco Malvano (Commissario Antiracket Antiusura Regione Campania); Davide Pati (Ufficio di Presidenza Libera); Valerio Taglione (Comitato don Diana – Libera Caserta)

Modera: Toni Mira- Giornalista Avvenire

A seguire:

Presentazione del Volume “Case Lese” realizzato dalla Facoltà di Architettura della Seconda Università di Napoli – Libera e Comitato Don Peppe Diana
Laboratorio del Gusto:

“Non sempre è una bufala” Laboratorio del Gusto a cura di Slow Food Massico e Roccamonfina sulla mozzarella di bufala. Il laboratorio sarà condotto dal dott. Giuseppe Orefice fiduciario della condotta e responsabile progetto Educazione del Gusto Slow Food Campania
Inaugurazione dell’Aula Multimediale realizzata con il contributo della Filca Cisl

ore 21.00: Spettacolo teatrale: Mafie in pentola – Libera Terra, il sapore di una sfidaProgetto di teatro, legalità e cultura gastronomica a cura di Tiziana Di Masi e Andrea Guolo
ore 23.00 LUCARIELLO in concerto

2 luglio ore 17.00

I Dieci passi – piccolo breviario sulla legalità di Flavio Tranquillo e Mario Conte,

organizzata dall’Associazione Villaggi Globali e curata da EquinoxZone, ha aderito all’organizzazione l’Associazione Antiracket di Castel Volturno – Domenico Noviello.

Ore 19.00Spettacolo teatrale: Poi piovve la cittàdi Linda Dalisi una produzione Ong Ciss
a seguire degustazione di prodotti tipici e frutto dei terreni confiscati a cura del Ristorante Pizzeria Sociale NCO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico