Aversa

Ritrovato a Roma l’agente penitenziario scomparso

Raffaele CasertaAVERSA. Raffaele Caserta, 46enne originario di Teverola e residente ad Aversa, dalunedì mattina ha fatto perdere le sue tracce.

L’uomo sta bene e nella mattinata di giovedì ha contattato i familiari ed è tornato a casa. La sua scomparsa era stata segnalata mercoledì sera anche dalla trasmissione di Raitre “Chi l’ha visto?”. E’ probabile che l’agente, dopo aver visto la trasmissione, abbia deciso di porre fine alla forte preoccupazione che stava vivendo la sua famiglia.

Prima del ritrovamento, le ultime notizie su Caserta risalivano a lunedì scorso, 27 giugno, quando il 46enne, in mattinata, dopo aver accompagnato la figlia a scuola, al Liceo Scientifico “Fermi” di Aversa, poiché impegnata per gli esami di maturità, siera poi recato a Teverola, lasciando l’auto in sosta, con le chiavi inserite nel cruscotto e accesa, nei pressi della casa comunale, vicino all’abitazione del fratello, che contattava telefonicamente chiedendogli, con voce turbata, di andare a ritirare l’auto abbandonata in strada,al cui interno vi erano anche il suo telefono cellulare e le chiavi di casa.

Agente di polizia penitenziaria in servizio nel carcere napoletano di Secondigliano, Caserta la stessa mattina aveva avvertito telefonicamente i colleghi di non potersi recare al lavoro, ma non l’aveva riferito alla moglie, la quale, preoccupata, aveva contattato il penitenziario per avere notizie. La donna, poi, in serata, si era recata dai carabinieri per denunciare la scomparsa. Da quel momento erano scattate le ricerche nella zona tra Aversa, Carinaro e Teverola da parte dei militari dell’Arma e della Protezione Civile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico