Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Coordinamento per il Riscatto, incontro pubblico a Casapesenna

 CASALE. Il Coordinamento per il Riscatto, dopo la prima riunione tenutasi giovedì 12 maggio a Casal di Principe, ha organizzato un incontro nella sala sita presso il Centro Sociale di Casapesenna dal titolo “Dalla Protesta alla Proposta” …

… per concordare insieme a tutti i cittadini interessati a tali problematiche le modalità con cui organizzare le due prossime iniziative in programma: 1) protesta davanti agli uffici di Caserta di Equitalia Polis per contrastare gli abusi che la gente è costretta a subire; 2) petizione popolare per istituire la Tariffa Unica Nazionale con la quale si chiede che il premio assicurativo sia pagato, solo in base al proprio attestato di rischio e non al luogo dei residenza.

L’avvocato Francesco Martino ribadisce: “Sono sempre più numerosi i cittadini di Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa e Casapesenna che chiedono ai componenti del Coordinamento per il Riscatto, quotidianamente, di organizzare manifestazioni che facciano giungere alla ribalta nazionale la drammaticità della situazione economica che sta vivendo la popolazione che abita nei comuni della vecchia Albanova. Questa continua richiesta di aiuto non può essere ignorata dal Coordinamento per il Riscatto che è consapevole che le battaglie, soprattutto quelle di civiltà, come le prossime due messe in cantiere contro Equitalia ed Assicurazioni, si vincono solo con la perseveranza e la costanza nell’impegno ed invita tutti coloro che sono, realmente, stanchi di subire i soprusi dei poteri forti ed a volte anche l’arroganza di chi lavora per chi pone in essere soprusi contro cittadini indifesi a partecipare, attivamente, a queste iniziative. Lo Stato non potrà ignorare le richieste di un popolo che si sente, ingiustamente, discriminato e danneggiato e decide di opporsi, in massa, alle ingiustizie”.

Il Coordinamento sta anche organizzando un incontro con i politici nati, residenti ed eletti nei comuni della vecchia Albanova “per sollecitarli – spiega Martino – a superare le divisioni ideologiche e gli interessi di parte ed, insieme, a sottoscrivere il ‘Patto per Albanova’ che sarà il simbolo della battaglia per la lotta alla discriminazione di un popolo formato per gran parte da onesti lavoratori stanchi di essere genericamente confusi con il malaffare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico