Aversa

Urbanistica, il monito di Santulli alla maggioranza

Paolo Santulli AVERSA. Texas, Piano Casa, urbanistica, tenuta della coalizione. E’ un Paolo Santulli in piena quello che illustra temi di scottante attualità cittadina.

“La ‘Texas’ – afferma l’esponente del Gua – non c’entra niente nelle polemiche di questi giorni, anche se imperversano una serie di stupidaggini intorno all’argomento. A proposito delle quali è bene precisare che, da qualche ora, la società ‘Cesaro’ ha chiesto, come previsto dal protocollo regionale, di presentare il suo progetto al Comune di Aversa ed ai consiglieri comunali. In ogni caso stiano tranquilli i cittadini aversani, le case non le faranno, già lo abbiamo deliberato. L’unica opportunità che possiamo dare, in alternativa alla destinazione ‘industriale ed artigianale’ dell’area, la proporremo a breve, anche perché è giusto che si possano realizzare attività produttive che diano opportunità di sviluppo alla città”.

Ma lei cosa avrebbe realizzato in quell’area? “Fosse per me già avrei deciso da oltre dieci anni, fare un grande albergo e servizi vari alla metropolitana, parcheggi, giardini, chioschetto, giornali, tabacchi, negozietti, ecc. ecc”.

Il Gruppo Unico delle Autonomie è entrato in maggioranza per dettare regole e tempi dell’urbanistica. Allora? “Tornando alle ‘regole’, entro la prossima settimana, come deliberato dall’interpartitico, congiuntamente al nostro assessore, presenteremo ai partiti della maggioranza la bozza del nuovo ‘regolamento edilizio’ già realizzato dal professor Vittorini, pagato profumatamente, e mai entrato in vigore, rinnovato alla luce delle normative intervenute nel frattempo. Il gruppo delle autonomie è entrato in maggioranza ad Aversa con l’obbiettivo di offrire punti di riferimento certo, a tutti i cittadini, in un settore ‘delicato’ dove i diritti non si sono mai capiti bene e la discrezionalità l’ha fatta sempre da padrona. Vogliamo ‘regolarizzare’ tutto nell’urbanistica ed evitare il ripetersi di storie di figli e figliastri, dove più che la politica hanno governato i vari funzionari che si sono susseguiti. Anche il ‘Piano Casa’ deve essere articolato in modo più comprensibile e funzionale, e lo faremo. Apprendiamo con piacere che si vuole creare una ‘task force’ per sbrigare le pratiche del Piano Casa, più dei generali, però, noi suggeriamo ai nostri alleati che servono ‘soldati volenterosi’. Il quarto piano del Municipio di Aversa, nonostante i numerosi dipendenti, è un ‘deserto’. Pretendiamo che ordine e funzionalità prendano il posto dell’emergenza. E’ questo che vogliamo per l’Urbanistica e se non ci consentiranno di farlo conosciamo già il percorso alternativo. Siamo però sicuri che gli accordi saranno mantenuti e che tutto sarà affrontato con grande responsabilità e nel migliore dei modi. Aversa deve essere rilanciata e questo settore rappresenta un volano essenziale, per questo non molleremo”. Un programma, un indirizzo concreto, ma anche un monito alla maggioranza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico